Anna Ivanova-Brashinskaya: il mio PIP a Torino. Bando

Anna Ivanova-Brashinskaya
Anna Ivanova-Brashinskaya

Il festival di teatro di figura Incanti di Torino, che si terrà dal 3 al 9 ottobre prossimi, promuove ogni anno il Progetto Incanti Produce, che ospita ad ogni edizione un personaggio di fama mondiale del settore per un’attività formativa rivolta a giovani artisti e professionisti del teatro di figura di tutto il mondo.

Per l’edizione 2017 è stata invitata a Torino un’interessante artista di origini russe trapiantata in Finlandia, Anna Ivanova-Brashinskaya: “Grazie al teatro di figura ho scoperto un sacco di cose impossibili sulla natura umana e l’umanità”.
Nel 2009 ha iniziato la carriera di regista dirigendo spettacoli visual-teatrali in Finlandia, Polonia e Lituania, la maggior parte dei quali basati su materiale drammaturgico originale. Nel 2005 ha costituito un’associazione artistica indipendente per la promozione del teatro di figura in Finlandia – la Turku International Puppetry Connection (TIP-Connection) – con cui, dal 2010, ospita il Turku International Puppet Theatre Festival – Il TIP-Fest.
Invitata a tenere diversi workshop, è membro onorario di UNIMA Finlandia.

La selezione per l’edizione 2017 del PIP è aperta a studenti e professionisti della scena (attori, danzatori, musicisti e sound designer, marionettisti).
La regista selezionerà, tra i candidati che hanno completato la richiesta d’iscrizione, quelli che parteciperanno. Per chi proverrà da fuori Torino il PIP offrirà vitto e alloggio durante il periodo di produzione e messa in scena. Le spese di viaggio, tuttavia, non sono coperte.

Come negli anni passati, il workshop si terrà allo Chalet Allemand del Parco Culturale Le Serre di Grugliasco (Torino) e la rappresentazione finale sarà alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino in occasione della serata di apertura di Incanti.

Il lavoro proposto, dal titolo “The Ratcatcher”, si svilupperà partendo dalla fiaba del Pifferaio di Hamelin. Il gruppo di lavoro studierà il plot della fiaba per trovare interpretazioni personali sui temi, i personaggi e le immagini. La prima parte del processo sarà dedicata a discussioni combinate con improvvisazioni individuali e di gruppo. Una volta raggiunto un “livello personale” di interpretazione della storia si costruirà una narrativa comune e nuova della fiaba, dei personaggi, voci, rumori e suoni, oltre che le immagini.
L’obiettivo del processo è di creare una produzione di teatro visuale combinando la recitazione con ombre, oggetti, pupazzi, musica dal vivo e coreografia e di presentare il lavoro risultante del workshop nel programma di Incanti in forma di spettacolo della durata approssimativa di 50 minuti.

Gli interessati devono inviare entro il 31 maggio 2017 all’indirizzo info@festivalincanti.it una presentazione/curriculum (traduzione in inglese necessaria) e il modulo di domanda specificando i propri interessi, motivazioni e aspettative (si prega di scrivere come “oggetto” nella e-mail: RICHIESTA PIP 2017)

La selezione dei partecipanti si terrà nella prima metà del mese di giugno attraverso la valutazione dei profili e, eventualmente, un colloquio personale in videoconferenza. Il 15 giugno 2017 saranno pubblicati i risultati della selezione.

I partecipanti selezionati dovranno firmare un accordo impegnandosi a non lasciare il progetto fino a compimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *