Apulia Fringe Festival: nuova opportunità di primavera

Andria ospiterà l'Apulia Fringe Festival

Andria ospiterà l’Apulia Fringe Festival

Fringe o non fringe?
Da oggi il dibattito tra fan e detrattori della celebre formula che vede in Edimburgo il suo prototipo più famoso, si potrà spostare anche al Sud. Visto che pure la Puglia avrà il suo Fringe Festival, grazie a tenacia, entusiasmo ed intraprendenza di un gruppo di giovani che fanno capo all’associazione Equilibrio Dinamico, intenzionati a coinvolgere il territorio e a realizzare un evento che, dal 18 al 24 maggio prossimi, vuole portare ad Andria giovani compagnie teatrali, operatori e critici, in un’atmosfera che ci si augura possa essere davvero di condivisione e confronto, trasformando la cittadina pugliese in “palcoscenico della creatività giovanile”: questo almeno è l’obiettivo!

«Dopo Napoli – spiega Vincenzo Losito, 24 anni, direttore artistico della prima edizione dell’Apulia Fringe Festival – sarà il Fringe più a sud del Paese. Dopo aver girato per alcuni anni gli altri eventi del genere, osservandone caratteristiche, punti di forza e debolezze, abbiamo voluto realizzare qui una sorta di sintesi, puntando non solo a dare spazio alle compagnie, ma a creare un circuito virtuoso affinché poi gli spettacoli possano avere una visibilità sul territorio nazionale, grazie a una rete distributiva che si è già attivata».

Per la realizzazione dell’evento, rientrato nella rete dei Fringe Italia, sarà indispensabile, continua Vincenzo Losito, «la collaborazione di una categoria di esercenti che mi hanno dato fiducia, sposando il progetto con tante altre realtà del territorio. In un momento di grande difficoltà economica come quello che stiamo attraversando crediamo che solo mettendo insieme le forze e creando occasioni di crescita culturale si possa realmente fare qualcosa di importante».


In una regione dove tanti sono i fermenti di creatività, che esprime parte del talento artistico nazionale e da parecchio dimostra di essere all’avanguardia nelle politiche culturali prese a modello da altre regioni, l’Apulia Fringe Festival sarà un ulteriore tassello per far dialogare realtà giovanili nazionali e territoriali.

Durante il Fringe per una settimana la città ospiterà una trentina di compagnie, e poi laboratori, seminari, in un’atmosfera di fertile scambio col territorio e gli operatori che interverranno. In perfetta linea con lo spirito animatore del trend Fringe: attenzione alla novità, all’indipendente, escluso o non ancora riconoscibile.
«Vogliamo che il confronto sia alla base del festival – conclude Losito – Per questo oltre agli spettacoli proporremo tanti altri momenti di incontro, anche tra soggetti che difficilmente dialogano tra loro».

In palio diverse opportunità: il vincitore allestirà il proprio spettacolo nella rassegna decennale Festival Castel dei Mondi di Andria, dal secondo al quinto classificato l’inserimento nel programma del Festival Città Spettacolo di Benevento e nella rassegna Sale nuovo al Teatro Parioli in Roma.

Una preview con le compagnie pugliesi è prevista per i giorni 24, 25 e 26 aprile, mentre è online il bando di partecipazione per le selezioni, che si chiuderanno il 12 aprile: saranno scelte un massimo di 30 compagnie, a cui verrà corrisposto il 70% degli incassi. Tra le iniziative per far fronte alle spese degli artisti è stato lanciato anche il bando “Adotta un artista”, rivolto ai cittadini andriesi o delle città limitrofe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *