Krapp's Last Post | Teatro tra le nuvole

Saturday
Nov 01st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Risorse Archivi Archivi Teatrali in Rete: cataloghi in digitale

Archivi Teatrali in Rete: cataloghi in digitale

E-mail PDF

Archivi in ReteE' nato da poco, ma promette d'essere un buon supporto per ricerche.
Si tratta di un portale dedicato al teatro con lo scopo di promuovere la cultura teatrale attraverso la valorizzazione del suo patrimonio bibliografico e multimediale.

Esiste infatti un patrimonio di documenti, non solo testuali ma anche audiovisivi, in dotazione a enti diversi, capillarmente diffusi su tutto il territorio nazionale, ma ancora poco conosciuto e difficilmente reperibile.

Archivi Teatrali in Rete cercherà di superare l'isolamento di questi centri, coordinandoli nella comune finalità di promuovere la cultura teatrale intorno ad un 'dialogo' a più voci, in rete, accessibile a tutti.


Sarà quindi un motore di ricerca che consentirà di accedere in modo facile e veloce ai cataloghi di alcune tra le più importanti biblioteche del settore e di individuare materiali da alcuni importanti archivi promotori del progetto.
Archivi Teatrali in Rete è infatti stato realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariplo e alla collaborazione della Scuola Paolo Grassi di Milano, Università degli Studi di Torino (Dams), ACT! TTV Festival Associazione Riccione Teatro, Biblioteca Museo dell'Attore di Genova, Università degli Studi di Milano e AMAtI - l’Archivio Multimediale degli Attori Italiani dell’Università di Firenze.

Il portale è ospitato dalla piattaforma MediaLibrary OnLine, network italiano di biblioteche per la gestione di contenuti digitali.
E' quindi a disposizione un polo bibliotecario tematico, specialistico e integrato: rete culturale ancor prima di rete virtuale, esempio concreto di innovazione al servizio della tradizione.

Diversi percorsi tematici sono organizzati attorno al focus “l'attore del secondo Novecento in Italia”, selezionando le fonti a disposizione: percorsi guidati, schede introduttive, presentazione dei materiali documentali, video-lezioni. Ogni percorso è emblematico di un aspetto dell'arte dell'attore particolarmente significativo nel nostro paese e al tempo stesso contribuisce a restituire una visione d'insieme del sistema teatrale italiano.

Per Archivi Teatrali in Rete la redazione di AMAtI ha selezionato le voci di Sandro Lombardi, Giulia Lazzarini, Franca Valeri, Giorgio Gaber, Valentina Cortese e Renzo Ricci, rendendo la navigazione sui loro profili liberamente accessibile a tutti gli utenti interessati.

Hits: 1688

Commenti (11)


Leggi i commenti Nuovo commento

busy
 


Next - Milano, 10-13 novembre
Danae Festival

Last Seen

 

Il giardino: VerandaRabbit tra giallo e psicanalisi

“Il giardino” trae spunto da un’orribile vicenda di cronaca: la storia di una signor...

 

A cena con Copi. E' La Tour de la Défense

C'è chi ha messo la cravatta, chi indossa i tacchi alti e chi probabilmente ha fatto un s...

 

Darling. Uccidere i cari(ni) secondo ricci/forte

Ricci/Forte ci tengono a farci vedere che del galateo, impiegato a più riprese come metaf...

 

Due destini: Marta Cuscunà e la magia delle marionette da polso

La scenografia è tripartita.

 

Tandy. Il miracolo nero di Angélica Liddell

Sul fondale è indicato fin dall'inizio - una scritta luminosa montata su una sorta di tra...

 

Meng Jinghui. Quando i rinoceronti si innamorano a Torino

Meng Jinghui ci fa entrare nella sua vita attraverso una combinazione perfetta di estetica...

Facebook Twitter Google Bookmarks RSS Feed 

Video

 

Simona Bertozzi & Enrico Pitozzi. Videointervista Magnetica sulla 'bella danza'

Sei intensi giorni di lavoro tra pratica e teoria, strettamente connesse e interdipendenti...

 

Creare sogni di libertà. I 50 anni dell'Odin Teatret, dal Salento a Milano

 

Michele Losi: future prospettive su Esperidi e Brianza

 

Sharon Fridman: le verità del corpo per riscoprire le nostre radici. Videointervista

Le une e le altre, estranee, hanno condiviso uno spazio, un tempo e un luogo, sia geografi...

 

Pergine Spettacolo Aperto, un quarantenne contemporaneo

 

Emma Dante: il teatro e la morte. Intervista