Krapp's Last Post | Teatro tra le nuvole

Wednesday
Apr 01st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Risorse Archivi ArchivioInMovimento: la creatività contemporanea dei primi 26 anni di Romaeuropa

ArchivioInMovimento: la creatività contemporanea dei primi 26 anni di Romaeuropa

E-mail PDF

Fondazione Romaeuropa E' stato presentato ufficialmente lunedì scorso, 3 ottobre, in occasione della XXVI edizione del Romaeuropa Festival: è l'archivio storico della manifestazione, riordinato, ricatalogato e digitalizzato.

In seguito a uno studio condotto da archivisti professionisti, l’archivio storico della Fondazione Romaeuropa è stato diviso in sei sezioni e 20 sottosezioni, per rendere più agevole la sua consultazione. Ad oggi è parzialmente disponibile anche online, dove gli utenti potranno visionare una prima selezione di estratti di molti lavori ospitati dal festival.
Stratificatosi nei ventisei anni di attività di Romaeuropa l’archivio, per la quantità e qualità dei documenti che riunisce, assume il valore di memoria storica e culturale. E' inoltre in continua espansione poiché raccoglie ogni giorno materiali e testimonianze delle molteplici attività della fondazione, presieduta da Monique Veaute.
Di particolare interesse sono i documenti audiovisivi, che testimoniano capitoli importanti della creatività contemporanea internazionale.

L’archivio è stata anche l'occasione per rilanciare gli incontri con il pubblico, iniziando dalla presentazione di lunedì del volume "Ricordanze. Memoria in movimento e coreografie della storia" curato da Susanne Franco e Marina Nordera per Utet, che l'ha pubblicato nel 2010.
Uno dei più diffusi luoghi comuni sulla danza è che sia l’arte effimera per eccellenza. Il volume nasce quindi dall’urgenza di ripensare teoricamente questa retorica dell’effimero, cercando di rispondere ad alcune domande cruciali: come si imprime il ricordo della danza nello spettatore? Come si condizionano reciprocamente memoria individuale e collettiva nella/della danza? Come interagiscono memoria, oblio e rimozione nella costruzione e ricezione dei discorsi storici sulla danza?

Un gruppo di studiosi provenienti da orizzonti culturali e metodologici diversi è stato chiamato ad approfondire il rapporto fra danza e memoria; le loro riflessioni, raccolte in sei sezioni tematiche (archivio ed esperienza; incorporazione; eredità rappresentate; sulle tracce; oblio, assenza e rimozione; trasmettere), invitano l’artista, lo spettatore e lo studioso a interrogarsi sulle varie possibilità di inscrivere la danza nel tempo.

Hits: 1478

Commenti (0)


Leggi i commenti Nuovo commento

busy
 

Post correlati


Lo splendore dei supplizi - Fibre Parallele @ Milano, ATIR Teatro Ringhiera, 26-29 marzo

Last Seen

 

CK Teatro: Edipo tradisce il mito all'ombra di Pasolini

Sui personaggi pesano gli echi sordi del sogno, il sentimento di qualcosa che non si è vi...

 

Intellettuali ma non troppo. Conti e Trifirò alle prese con Molière

Sullo sfondo drappi e finti sipari sdruciti per un teatrino triste e impolverato di cui si...

 

La colonia penale di Philip Glass rivive alla Tosse

Ad assistere a questo terrificante rito ci sono diverse figure: tra queste un ufficiale in...

 

12parole 7pentimenti di Rubidori Manshaft: noi, voyeur dell'ascolto

L’interrogativo sul volto dell’uno, l’insofferenza dell’altro, una richiesta di at...

 

La Sagra di Virgilio Sieni, una tiepida primavera

Troppo acerba la compagnia? Troppo stretto il tempo della preparazione per diventare veram...

 

Jessica and me. La biografia di Cristiana Morganti va in scena

Gli aneddoti si susseguono, alternandosi alla voce registrata di un'intervistatrice, parod...

 

Due + due = 5 La danza di Sanpapié nella giostra dei ricordi

Vento, battito: affiora un anelito di relazione. Questa danza morbida, incentrata su bacin...

 

L'Edipo di Muscato: un Allegri col naso rosso

L’Edipo raccontato da Testori è un portatore, a tratti inconsapevole, di valori alte...

Facebook Twitter Google Bookmarks RSS Feed 

Video

 

Ero. L'abbraccio intimo di César Brie

Lo abbiamo incontrato a Milano dopo una replica del suo ultimo spettacolo, “Ero”, curi...

 

Tra i desideri spirituali di Milena Costanzo. Videointervista

Negli ultimi due anni, oltre all’attività della compagnia, ha portato avanti un partico...

 

Luoghi Comuni dal mondo. Il teatro internazionale s'incontra a Bergamo

Come nelle edizioni precedenti del festival, presentato ieri in conferenza stampa, ci sar...

 

Luca Radaelli e il suo Invito al teatro popolare di ricerca. Intervista

 

Amanti delle figure. Intervista a Teatrino Giullare

Conosciamo da molto tempo Teatrino Giullare, alias Giulia Dall'Ongaro ed Enrico Deotti, fi...

 

10 anni di Piccola Compagnia della Magnolia. Intervista a Giorgia Cerruti