I bandi per lo spettacolo dal vivo della Fondazione Cariplo

Bandi della Fondazione Cariplo

Bandi della Fondazione CariploCome ogni anno la Fondazione Cariplo indice una serie di bandi relativi, anche, ad arte e cultura, con particolare riferimento a realtà che abbiano sede in Lombardia e Piemonte (province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola). La novità del 2009 è il calendario di appuntamenti che la Fondazione ha organizzato nella provincia lombarda per offrire agli operatori del Terzo Settore un momento di approfondimento e scambio. Partiti a fine gennaio, proseguiranno fino al 16 febbraio, toccando ancora Pavia, Lodi, Brescia e Bergamo. Per parteciparvi è necessaria l’iscrizione on-line.

Sono invece tre, in particolare, i bandi che interessano le arti dal vivo:

“Migliorare la gestione e l’organizzazione degli enti musicali e teatrali” (senza scadenza)
Il bando si rivolge alle organizzazioni private promotrici di iniziative nel campo della musica e del teatro (stagioni, rassegne, festival di valore con una direzione artistica e interpreti di qualità) che abbiano sede e svolgano le proprie attività prevalentemente nel territorio della regione Lombardia e delle province di Novara e Verbania.

“Creare e consolidare reti per la diffusione delle arti dal vivo” (scadenze 31 marzo e 30 settembre 2009)
Il bando si rivolge a tutti gli enti promotori di iniziative nel campo delle arti dal vivo (musica, teatro, danza e arti sceniche in generale) che abbiano maturato almeno due anni di esperienza effettiva nel settore specifico.

“Valorizzare la creatività giovanile in campo artistico e culturale” (senza scadenza)
Il bando non è finalizzato alla promozione delle sole arti dal vivo (musica, teatro,
danza etc.) ma mirato al sostegno di tutte le forme di espressione artistica e culturale che:
1. si connotino per un approccio di tipo creativo, inteso soprattutto
come orientamento alla ricerca, alla sperimentazione e all’uso di nuovi linguaggi;
2. prevedano una forte ricaduta culturale in termini di coinvolgimento e valorizzazione del territorio che le ha espresse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *