Altre scene. Copioni del terzo millennio

Otto copioni teatrali, alcuni inediti, appartenenti al nuovo millennio, “spesso trasformati dallo scrivente in atti performativi in giro per il mondo”.

Lo scrivente è Paolo Puppa, già ordinario di storia dello spettacolo all’Università di Venezia, autore di volumi su Ibsen, Pirandello, Goldoni, Fo… ma anche coeditore di “The history of the Italian Theatre” (Cambridge, 2006) e “Encyclopedia of the Italian Literature” (Routdlege, 2207).
Dalla cattedra al palco, il suo percorso lo ha visto autore – e a volte perfino interprete – di molti copioni, tradotti e rappresentati anche all’estero, fra cui “La collina di Euridice” (Premio Pirandello ’96).

Queste otto drammaturgie, pubblicate da Titivillus nel 2018, costituiscono adattamenti e rielaborazioni di figure letterarie o storiche.
“Casa con angolo Shoah” vede nove personaggi – dove il numero ha un riferimento cabalistico – costituire due famiglie un po’ agli antipodi: c’è una famiglia piccolo borghese con un padre tesserato in un movimento di destra, e c’è una grande famiglia, ebrea laica. Il tutto è ambientato in una Venezia surreale, dove “è avvenuto qualcosa che fa rivivere antichi incubi, l’avviamneto ad un’ennesima Shoah”, con i proclami di un partito razzista che governa la città. Un immaginario distopico non così lontano dal nostro vissuto presente.
Si assisterà allora ad una replica ‘in salsa veneta’ dell’avventura della famiglia Frank: per ragioni controverse la grande famiglia ebrea verrà infatti nascosta nella soffitta della piccola famiglia.


Non vogliamo raccontarvi altro. E vi invitiamo quindi alla lettura di questo come degli altri sette copioni, che hanno invece ambientazioni molto diverse l’uno dall’altro.
“Giacobbe 2014” si svolge ad esempio nel reparto di ortopedia di un ospedale ma – come anticipa il titolo – ha nei protagonisti dei riferimenti biblici. Sacro e profano si alternano anche in altri copioni, nella costruzione di quattro dialoghi a più voci, cui seguono nel volume quattro monologhi, spesso portati a inglobare l‘altro nel proprio delirio (“Il centauro”, “La vera storia dell’Innominato”, “La fidanzata di Don Milani” e “Il ratto d’Europa”).

Altre scene. Copioni del terzo millennio
Paolo Puppa
Editore: Titivillus
Collana: Lo spirito del teatro
Anno edizione: 2018
Pagine: 184 p., Brossura
EAN: 9788872184356
Acquista il libro su IBS