Testimonianze ricerca azioni di Clemente Tafuri e David Baronio

In attesa della nuova edizione del festival Testimonianze ricerca azioni realizzato a Genova da Teatro Akropolis, torniamo oggi all’ultimo volume – il nono – del libro omonimo, pubblicato da Akropolis Libri in occasione e in stretta relazione con le presenze del Festival 2018, realizzato lo scorso novembre.

Premio Ubu 2017 nella categoria dei Progetti Speciali, con puntualità il nono volume raccoglie interventi e testi, oltre che degli autori, di molte altre voci del teatro, presenti anche ad Akropolis 2018: da Luna Cenere a Jessica Leonello (per guardare alle nuove generazioni), da Marco Valerio Amico (che offre una sorta di manifesto “per una danza possibile”: La coreografia è politica) a Marco De Marinis, da Manuel Renga a Licia Lanera, solo per citarne alcuni, indagando il modo di fare teatro di ognuno. Senza dimenticare lo sguardo di approfondimento sull’arte buto attraverso l’analisi del lavoro di Masaki Iwana e Ono Kazuo, di cui peraltro in Italia esiste dal 2002, in esclusiva per l’università di Bologna, un archivio: l’Archivio Kazuo Ohno, realizzato grazie alla donazione, da parte del maestro, di parte dei materiali del proprio archivio (video, volumi, programmi di sala, manifesti, costumi, fotografie…).

“Quali sono le funzioni di un festival?” si chiedono invece gli autori nella prefazione. E pongono l’attenzione, al di là delle esperienze personali di ognuno, sul senso artistico di un festival, “quello cioè che lo rende un’esperienza diversa rispetto a una stagione teatrale, a una vetrina o a un evento di intrattenimento più o meno culturale”. Perché l’evento artistico deve distinguersi per la sua passione “assolutamente di parte, senza scrupoli e non per tutti pur essendo rivolto a tutti”.

“L’arte […] rimane un tentativo di decifrazione del nascosto, un evento segnato dalla dismisura che ricade nel mondo e si prende tutto il rischio di definire, da un angolo oscuro, il senso. Un festival può avere lo stesso potenziale, può essere altrettanto incisivo proprio perché chiama il pubblico e gli artisti a incontrare cose che normalmente non si incontrano e con cui sarebbe bene fare i conti”.

Clemente Tafuri, David Beronio
Teatro Akropolis. Testimonianze ricerca azioni Vol. 9
AkropolisLibri
2018
pp. 188
ISBN: 9788832092004
16 euro