Chicken. Quando le galline sanno stupire

Marta Bevilacqua e Silvia Bertoncelli
Marta Bevilacqua e Silvia Bertoncelli

Marta Bevilacqua e Silvia Bertoncelli (photo: naturalislabor.it)

Imprevedibile ed ironico duetto tra due poliedriche e pennute danzatrici: eccole sul palcoscenico del teatro Astra di Vicenza per la rassegna “Estatequi”, il progetto di teatro e danza del Comune in collaborazione con il Teatro Stabile di Innovazione La Piccionaia – I Carrara e Naturalis Labor. A chiudere la sezione Danza, che ha visto la direzione artistica di Luciano Padovani, uno spettacolo che sa stupire, dove dall’ironia iniziale ci si immette gradualmente in un percorso quasi grottesco.

Marta Bevilacqua e Silvia Bertoncelli con “Chicken” danno vita ad una storia poetica, vera e anche drammatica. Due galline razzolano, interagendo in uno spazio a loro destinato: un’aia dove mangiano e producono uova. Una vita ripetitiva e banale e dall’epilogo infelice, la catena di montaggio di un macello.

Un lavoro interessante, in cui la ricerca sul movimento e sulla forza comunicativa delle due danzatrici e coreografe punta al tema dell’omologazione con uno stile volutamente provocatorio, che trova in un singolo soggetto, la gallina appunto, il perno attorno a cui far gravitare l’intero racconto. Plastica e piume contrastano continuamente sulla scena, portando ad una riflessione sulla fredda società odierna che va in crescendo.
Traspare una forte femminilità: dalla nervosa leggerezza dei movimenti a quelle uova che non si schiuderanno mai raccolte da contadine. Una fragilità femminile in un mondo che si distrugge lentamente. Il finale svela l’amaro destino delle due galline scoprendo, dietro ad un tappeto di piume, una sinistra macchina da macello per pollame. E l’ironia si trasforma in crudezza.
Incalzanti le musiche nell’accompagnare i movimenti delle brave danzatrici. Un racconto sulla ripetitività e sulla banalità che riesce a non farsi mai banale sorprendendo fino all’ultimo.


CHICKEN – meccaniche di volo per animali da cortile
coreografia e interpretazione: Silvia Bertoncelli e Marta Bevilacqua
musiche: Nostalgia 77, Pietro Baldi
allestimenti scenici: Fabio Cummaudo
costumi: Erica Miconi, Silvia Bertoncelli, Marta Bevilacqua
luci: Luca Diodato
produzione: Naturalis Labor
coprodotto dal Festival AbanoDanza
durata: 1h 05′
applausi del pubblico: 2′ 01”

Visto a Vicenza, Teatro Astra, il 29 luglio 2010

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *