Carmelo Bene – Lorenzaccio (Cinque letture per Amleto – II puntata)

compagno_segreto
compagno_segreto

Il Compagno Segreto

Giulio Morgan legge Carmelo Bene
(Lorenzaccio, in Opere, Milano, 1995)

“La sensazione di una ‘lettura da camera’ era del resto cercata in tutti i testi, tranne nei due di Carmelo Bene, dove il linguaggio imponeva altri registri, e certo rischi maggiori. […] I testi di Bene hanno infatti una prepotenza concettuale propria e inconfondibile, una inesorabilità che non lascia scampo e che costringono allo stesso tempo l’attore a confrontarsi con l’eco di una voce indimenticabile.
E’ stato l’unico scarto rispetto alla scelta di un
registro tra ironico stralunato e buffonesco, da sempre tra i più congeniali alla rivista”.

(Francesco Carbone – Il Compagno Segreto)


PLAY

2′ 24”

Da Rai Due Palcoscenico, il Lorenzaccio di Carmelo Bene con la regia televisiva di Marco Contini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *