Circus Klezmer per le Vie dei festival

Circus Klezmer

Circus Klezmer (photo: teatrodiroma.net)

E’ stato Circus Klezmer ad inaugurare la XIX edizione di Le Vie dei festival, rassegna diretta da Natalia Di Iorio e realizzata dall’associazione Cadmo con il sostegno di Roma Capitale, che fino al 20 novembre promette di presentarci il meglio del teatro emerso dai festival estivi.

Numerosi anche quest’anno gli spettacoli in programma, che saranno ospitati sui palchi del Teatro Argentina, del Vascello e del Teatro Due. Fra questi segnaliamo “La Seconda Neanderthal”, coreografia, scene e costumi di Claudia Castellucci, il 6 e il 7 novembre al Teatro Vascello, e subito dopo, “Tà-kài-tà” di Enzo Moscato, di cui Klp ha parlato recentemente perché da poco presentato al Napoli Teatro Festival.

Per Circus Klezmer, invece, due sere sembrano decisamente poche, e hanno il merito di mostrarci un Teatro Argentina sotto un aspetto diverso dal consueto: una folla di gente resta fuori in attesa, in un tutto esaurito che lascia molti insoddisfatti.


Mentre il numeroso pubblico cerca il proprio posto, gli attori sono già in scena e in platea, si arrampicano sui palchi fingendo di volersi buttare giù, e lasciando che tutto precipiti in un’allegra confusione. Anche i musicisti, che accompagneranno con le loro sonorità klezmer tutto lo spettacolo, sono già sul palco; fisarmonica, violino, clarinetto e percussioni costituiscono parte fondante dell’atmosfera leggera di cui vivrà l’intera serata.

La compagnia Aire Aire di Barcellona, composta da musicisti e attori di diverse nazionalità, tutti di grande simpatia e bravura, ci regala uno spettacolo divertente, in cui forte è l’impronta della cultura e della comicità yiddish, che si rivela in grado di coinvolgere il pubblico dall’inizio alla fine. E lo coinvolge anche da un punto di vista fisico, trascinando qualcuno sul palco e inserendolo come parte integrante della scena.
Sul filo di una storia estremamente esile si susseguono così scenette divertenti alternate a momenti di abilità acrobatica.

Forse il Circus Klezmer non ci presenta nulla di veramente originale, ed è difficile che la sua comicità si apra a quei momenti di poeticità sospesa che altre forme di circo contemporaneo sono alle volte in grado di regalarci. Eppure è un piacere vedere il teatro trasformarsi in una festa, gremito di gente che, a fine spettacolo, esce allegra e soddisfatta.  

Circus Klezmer
drammaturgia Irma Borges
idea originale e regia Adriàn Schvarzstein
con Eva Szwarcer – sposa, acrobazia aerea
Emiliano Sanchez- sposo, giocoliere
Cristina Solé – paesana, acrobata
Joan Català – paesano, acrobata e giocoliere
Adriàn Schvarzstein – matto del paese, comico
musicisti Petra Rochau – fisarmonica
Rebecca Macauley – violino
Nigel Haywood – clarinetto
Quile Estevez – percussioni e suono
luci: Charly Aparicio
produzione: AIRE AIRE (Barcellona)
Le vie dei festival in collaborazione con Teatro di Roma       
durata: 1h 15′

Visto a Roma, Teatro Argentina, il 17 ottobre 2012


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *