Civitanova Danza tutto l’anno 2008/2009. Il programma

Entity
Entity

Entity (photo: Ravi Deepres)

Sarà che Civitanova è stata la città d’adozione di Enrico Cecchetti, il maestro di danza più famoso del secolo scorso, certo è che la cittadina maceratese, ormai da anni, ha fatto della danza la sua arte privilegiata.

Archiviato con un successo di presenze (10.000 spettatori circa) il XV festival estivo, ecco al via, ieri sera al Teatro Annibal Caro (inaugurato nel 1872 proprio da Cecchetti), la XII edizione della stagione invernale di Civitanova Danza: un doppio appuntamento che ha visto l’inglese Beth Cassani dirigere i propri figli adolescenti in 13, e il duo belga-portoghese Pieter Ampe e Guilherme Garrido in Still difficult duet, ritratto divertito di stereotipi di virilità contemporanea.

Tra gli appuntamenti più attesi c’è, il 3 dicembre al Teatro Rossini, il Random Dance, la più acclamata compagnia inglese grazie alla ecletticità del suo creatore e coreografo, Wayne McGregor.
Lo Spazio Multimediale San Francesco ospita invece, il 12 dicembre, Video Dance Moving Virtual Bodies. Un appuntamento con la videodanza, attraverso la presentazione di film realizzati dai più interessanti autori della scena internazionale, diventa il momento privilegiato per interrogare la relazione non solo tra arte e tecnica, ma più profondamente tra corpo e tecnologia.
Altissimo livello tecnico-acrobatico attende chi assisterà allo spettacolo del Balletto Nazionale di Pechino, in programma il 23 gennaio al Teatro Rossini.
La danza di Fabrizio Favale è protagonista il 13 febbraio con Kauma (“calore ardente del sole” in greco). Oggetto della sua indagine è un Oriente immaginato, in cui i corpi richiamano bassorilievi di templi indù.
E tra le proposte in cartellone merita attenzione Anticorpi Explo, sorta di microfestival che dura solo una sera (il 2 aprile) ma che vede la presenza di tre esperienze fra le migliori emerse nella principale manifestazione italiana del settore, la Vetrina della giovane danza d’autore curata dal network nazionale Anticorpi XL.

Il programma si completa con grandi classici come Lo schiaccianoci o l’assolo Blue lady di Carolyn Carlson, a cui fa da contorno l’ormai usuale appuntamento con Per Domani, 4° concorso internazionale di danza nel nome di Enrico Cecchetti (18 e 19 aprile), organizzato in collaborazione con la scuola di ballo del Teatro alla Scala di Milano e finalizzato a promuovere e mantenere viva la cultura della danza classico-accademica.

Info: Teatro Rossini 0733/812936 – Amat 071/2072439 – www.civitanovadanza.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *