Voci dalla nuova Sicilia: Compagnia del Tratto. Intervista

'A Cirimonia (photo: Davide Aiello)
'A Cirimonia (photo: Davide Aiello)

‘A Cirimonia (photo: Davide Aiello)

Fondata da Rosario Palazzolo e Anton Giulio Pandolfo, con il sostegno di Delia Calò, la Compagnia del Tratto nasce a Palermo nel 2002 e si occupa di nuove drammaturgie.
Esordisce nella produzione con lo spettacolo “Ciò che accadde all’improvviso”. Dal 2005 e per il biennio successivo il gruppo si arricchisce di ulteriori presenze e contributi, avvicinandosi sia alla musica contemporanea che alla narrativa.
Nel 2007 “I tempi stanno per cambiare” di Luigi Bernardi e Rosario Palazzolo vince il Premio Oltreparola alla drammaturgia; nello stesso anno nasce “Ouminicch'”, che la compagnia produce con la collaborazione del Palermo Teatro Festival.
Nel 2009, infine, debutta lo spettacolo “‘A Cirimonia”, coprodotto con Teatro Libero – Stabile D’Innovazione della Sicilia. Si tratta del secondo atto della “Trilugia dell’impossibilità”, in questo caso l’impossibilità della verità.

Due personaggi in scena (‘U masculu e ‘A fimmina), in un non luogo, celebrano una cerimonia sghemba, inutile. I dialoghi sono foto al negativo di silenzi incomunicabili, in un alternarsi fra urla e fermi immagine, fra musicalità surreale e intima distonia. I personaggi, nel gioco grottesco dei ricordi, sono obbligati all’esercizio di una memoria che diventa l’unica verità. La “Trilugia dell’impossibilità”, che si concluderà nel 2010, sviluppa una poetica tesa all’annullamento dell’ideale dell’arte come consolazione e, attraverso l’allegoria ossessiva, chiama ad un sommovimento d’animo che mira a far evolvere la dimensione umana.

A novembre scorso “‘A Cirimonia” vince la IV edizione del concorso Fringe L’AltroFestival (FIT Festival Internazionale del Teatro di Lugano) “per la coerente ricerca drammaturgica e linguistica rappresentata con rigore e ritmo dai due bravi interpreti, che mettono in scena, beckettianamente, un fatto che pur non appartenendo necessariamente ad un luogo specifico ne assume tutte le sembianze grazie alla sapiente scrittura”.

Lo spettacolo è tornato in scena proprio a Lugano anche ieri, 17 aprile, per la sesta edizione del festival Incontriteatrali. Il prossimo appuntamento con la compagnia è previsto per martedì 20 al Teatro della Contraddizione di Milano, dove Luigi Bernardi e Marco Maria Linzi, accompagnati dalle letture di Anton Giulio Pandolfo, presenteranno “Concetto al buio”, ultimo lavoro narrativo di Rosario Palazzolo.

Abbiamo incontrato Pandolfo e Palazzolo proprio il giorno della notizia della vittoria al festival. Davanti a noi, per tutta la durata dell’intervista, anche una torta per festeggiare. Ma…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *