Dal testo alla messa in scena: a Bologna corso di alta formazione gratuito

Accademia Perduta/Romagna Teatri realizza, in collaborazione con Demetra Formazione, Legacoop Emilia-Romagna, Associazione Culturale 5T e con il patrocinio di Assitej Italia, il corso di alta formazione professionale ‘Dal testo alla messa in scena‘, che si terrà a Bologna da gennaio a giugno 2018.

Il corso prevede 650 ore di lezione, di cui 200 di project work.
Le iscrizioni sono aperte fino al 9 gennaio sul sito www.icc.demetraformazione.it

Il corso, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e dal Fondo Sociale Europeo, è gratuito per i partecipanti.

OBIETTIVI
Il progetto prepara figure capaci di studiare un testo, rielaborarlo e reinterpretarlo per giungere alla costruzione di uno spettacolo originale. Rappresenta un’opportunità di incontro con i più importanti protagonisti del Teatro Ragazzi italiano che guideranno i partecipanti nella sperimentazione di nuove forme di rappresentazione rivolte al pubblico dei più piccoli.

DESTINATARI
Il corso si rivolge a coloro che posseggono esperienze e competenze nell’area professionale della “Produzione artistica dello spettacolo”, con particolare riferimento ad attività attoriali e/o autoriali, che intendono specializzare le proprie capacità dando maggior rilievo alla componente drammaturgica.

COME ISCRIVERSI
Le iscrizioni devono pervenire a Demetra Formazione entro e non oltre il 09/01/2018
Le prove di selezione si terranno l’11 e 12 gennaio 2018
La prima lezione del corso è fissata per lunedì 15 gennaio 2018
Per iscriversi è necessario inoltrare l’apposito modulo di iscrizione compilato in ogni sua parte, unitamente al proprio CV con foto.

Info

1 Comment

  • Piero ha detto:

    la Regione Emilia Romagna dovrebbe vergognarsi di promuovere un corso che non ha nessuna qualità ( vedere il capofila), ma soprattutto un altro regalo alla lega delle cooperative, che nel campo culturale ha subito diversi tracolli economici in questi ultimi anni. Una concessione alla politica romagnola premiando un teatro commerciale, con grandi coperture politiche. Sotto elezioni si sostengono per primi gli incapaci. Quale sarà lo sbocco lavorativo?
    Chi ha valutato il progetto? Quale è l’investimento e come viene speso? Qual è l’esperienza che si vuole trasmettere? Un corso internazionale? Sono gli organizzatori che hanno avuto l’idea o gli è stata suggerita? Cosa pensano gli altri gruppi di teatro ragazzi della regione? in ordine alfabetico Baracca, Briciole, Gioco Vita, ecc…….ecc. avrei tante altre domande ma meglio smetterla. La politica deve ritornare a chiedere garanzie e ricordare che si può dire no!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *