Gli argomenti ‘scomodi’ di Tindaro Granata. Videointervista

Tindaro Granata
Tindaro Granata

Tindaro Granata, attore e autore siciliano trapiantato a Milano, è una delle voci più significative emerse negli ultimi anni nel teatro italiano.

Lo abbiamo incontrato per cercare di approfondire la sua storia, la sua poetica e i progetti futuri.
Nella videointervista che presentiamo oggi ci parlerà delle difficoltà incontrate da ragazzo siciliano che, nato in un contesto difficile, cercherà di uscirne “pulito”. Ma anche di quelle di un giovane attore con la passione inesauribile per il teatro che, senza aver frequentato alcuna “scuola”, ha lottato per imporsi in un ambiente non suo.

Ci parlerà poi del monologo fortemente autobiografico “Antropolaroid” (il 28 novembre a Ferrara), che con più di 150 repliche lo ha fatto conoscere a pubblico e critica, e infine di “Invidiatemi come io ho invidiato voi” (a Occhiobello – RM – il 27), potente affresco sull’ipocrisia della gente, creato con molti attori per la compagnia Proxima Res con cui collabora stabilmente in diverse produzioni.
Cercheremo di capire come lavora da solo e con gli altri, essendo diventato con cocciutaggine attore e regista.

Insomma, ascolteremo la storia di un viaggio esistenziale, mosso dalla sola passione per il teatro, quella di un artista che tra poco debutterà con il nuovo “Geppetto e Geppetto”, presentato ancora in forma di studio a settembre all’interno della rassegna romana Garofano Verde: storia di un bambino con due padri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *