Gratis a teatro con Klp

Vai a teatro gratis con KlpAvevamo voglia di giocare. Perché non provare a movimentare un po’ l’interesse verso il teatro contemporaneo anche in questo modo? Eccoci allora con un nuovo progetto, che non ha nulla di rivoluzionario ma diventerà un appuntamento settimanale con i nostri lettori e con nuovi ipotetici amanti del teatro/futuri appassionati.

La scena contemporanea ha bisogno di sopravvivere e, anzi, di diffondersi: per far capire che non è una lingua astrusa adatta solo a pseudo-intellettuali o addetti ai lavori, ma è un linguaggio che potenzialmente può parlare a tutti di tutto.

Klp segnalerà ogni lunedì uno spettacolo in programma la settimana successiva all’interno delle diverse rassegne e stagioni teatrali, variando città e proposte, così da offrire possibilità variegate ai lettori, da nord a sud e da est a ovest d’Italia, a seconda dei teatri che stanno continuando ad aderire al progetto e in base ai cartelloni, cercando sempre di seguire i gusti di Krapp.


Il lunedì uscirà quindi su Klp un indovinello/quesito teatrale, cui avrete tempo fino a venerdì per rispondere. Nel fine settimana vi diremo chi sarà stato il lettore più veloce nell’inviarci la risposta corretta.
Il vincitore verrà ricontattato da noi via mail per la conferma della vincita del biglietto per lo spettacolo, che sarà in cartellone la settimana successiva nella (presumibilmente sua) città. Nel caso, assai improbabile, che nessuno azzeccasse la risposta esatta, il vincitore verrà estratto fra tutti i partecipanti.

Perché un solo omaggio e non due? Perché ci piacerebbe passasse questa idea: tu vinci, vai a vedere lo spettacolo gratis e magari porti con te un amico/la mamma/il fratello/la fidanzata… (o anche più d’uno). Insomma, un biglietto omaggio che magari si accompagni a uno pagante (e se ci si dividesse il costo?). Ovvio, sarete liberi anche di andare da soli o di tenere l’omaggio tutto per voi!

Per cominciare, abbiamo scelto un’iniziativa un po’ diversa dallo spettacolo ‘tout court’: l’ultimo appuntamento della stagione di teatro contemporaneo 2010/11 del Teatro Aurora di Marghera. Partiamo quindi da Venezia e da un teatrante fra i più conosciuti in Italia.
Venerdì 20 maggio alle ore 21 al Teatro Aurora verrà proposta la visione del film di Ascanio Celestini “La pecora nera”, “memorie e storie di chi ha vissuto in manicomio, un viaggio tra la più fervida immaginazione e la concretezza abominevole di paure insormontabili”.
Subito dopo il film seguirà l’incontro con lo stesso Celestini, qui in veste non solo di attore ma anche di regista. Insieme a lui, per addentrarsi nelle tematiche della pellicola, anche lo psichiatra Salvatore Pinto.

“La pecora nera. Elogio funebre del manicomio elettrico” nasce come testo e come spettacolo teatrale per diventare solo in un secondo momento un film.
Inserito quasi a sorpresa in concorso alla Mostra di Venezia 2010, suscitando anche polemiche, è il lungometraggio d’esordio di Celestini, peraltro non alla sua prima volta dietro la macchina da presa (ricordiamo “Parole sante”, documentario sui call center tratto a sua volta da un altro monologo teatrale).
Ad offrire l’ingresso gratuito al vincitore è Questa Nave, associazione che gestisce la stagione del Teatro Aurora, che ospiterà la serata.

Vi lasciamo ora al quesito di questa prima settimana… Avete tempo fino a venerdì per partecipare.
Trovate sia la domanda che la possibilità di risponderci tramite l’apposito form QUI.

In bocca al lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *