La famiglia di Drodesera torna con teatro e performing art nella centrale di Fies

drodesera08
drodesera08

Drodesera Fies

Ed ecco Drodesera 2008, il festival ambientato da qualche edizione nella suggestiva centrale idroelettrica di Fies, a cui quest’anno è andato anche il premio dell’associazione nazionale Critici di Teatro per la continuità di lavoro, in quasi trent’anni, che hanno fatto diventare Dro, piccolo paese del Trentino, “uno dei centri propulsori del teatro italiano, contribuendo a verificarne il dato caratteristico del suo decentramento e, al tempo stesso, ad arricchirne il panorama”.

La 28^ edizione, da oggi al 2 agosto, alterna proposte teatrali a forti commistioni di arti performative e musica.
La giornata di apertura, all’insegna di Teatro Valdoca, partirà alle 17 con la presentazione del libro e film Paesaggio con fratello rotto, a cui seguirà alle 21 Voilà di Vincenzo Schino, co-prodotto proprio da Valdoca. Dalle 22,30 alle 00,10 sei repliche di A memoria, dunque a memoria ci siamo tutti, con i versi di Mariangela Gualtieri per la regia di Cesare Ronconi.
La giornata teatrale di sabato sarà invece contrassegnata da Fanny & Alexander con la prima nazionale di East, a cui seguirà Him. Francesca Grilli proseguirà la serata con la sua performance La terza conversazione. Un dialogo tra il rumore e il corpo. E, ancora, i Santa Sangre con Concerto per voce e musiche sintetiche (primo studio).

Tra le novità dei giorni successivi Manah Depauw e Bernard Van Eeghem nella prima nazionale di How do you like my landscape: attraverso i performer Manah Depauw e Carlos Pez González, gli autori decontestualizzano in quattro episodi il corpo umano, mettendolo là dove non ci si aspetterebbe di trovarlo.
Altra novità per l’Italia è Just Linda di Stef Lernous, direttore artistico della compagnia fiamminga Abattoir Fermé, con Linda Adami, performer e coreografa svedese di recente Farfalla nel Requiem per una Metamorfosi di Jan Fabre. Sempre per la regia di Stef Lernous anche Tourniquet, un viaggio attraverso rituali, trance ed esorcismi.
Teatro Sotterraneo propone invece, lunedì, La cosa 1; mentre il Gruppo Nanou Sulla Conoscenza Irrazionale Dell’Oggetto.
E, ancora, troveremo a Dro Plumes dans la tete, Babilonia Teatri, Teatrino Clandestino, Sonia Brunelli, la Compagnia Virgilio Sieni

PROGRAMMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *