LABORATORI VOLTERRATEATRO 2010

Festival VolterraTeatro 2010

I TEATRI DELL’IMPOSSIBILE

Festival internazionale di teatro, musica, danza, poesia, video, arte e cultura

 

VOLTERRA, POMARANCE, CASTELNUOVO VAL DI CECINA,

MONTECATINI VAL DI CECINA E MONTEVERDI MARITTIMO (PISA)

 

XXIV edizione

dal 19 luglio al 1° agosto 2010

 

direzione artistica Armando Punzo

organizzazione Carte Blanche

LABORATORI VOLTERRATEATRO 2010

Ritorna il festival VolterraTeatro (dal 19 luglio al 1° agosto 2010), da 24 anni uno degli eventi più attesi di tutta la Toscana e del panorama teatrale italiano. Di edizione in edizione, VolterraTeatro, sotto la direzione artistica di Armando Punzo, ha consolidato la propria vocazione per la ricerca, la sperimentazione e l’avanguardia spaziando dal teatro alla musica, dall’arte al cinema, dalla poesia alla danza, dai progetti destinati alla creatività infantile alle mostre ed affermandosi come uno dei festival più lontani dai cliché e dalle proposte di altri contenitori culturali operanti sullo stesso versante. VolterraTeatro porta in scena ogni anno storie, vite, percorsi e progetti di artisti più o meno noti che hanno però tutti in comune l’unicità sostenuta da una continua ricerca di una consapevolezza, di una rivelazione, di una possibilità d’incontro o cambiamento.

Immancabile e sempre più interessante, l’appuntamento con i laboratori di VolterraTeatro, anche per questa edizione 2010 con un elenco di proposte differenziate e di qualità. Mai come quest’anno l’offerta si presenta così variegata: passando dalla drammaturgia, alla recitazione, all’organizzazione teatrale, all’acrobatica per attori. Come di consueto, i laboratori di VolterraTeatro sono uno strumento e un tramite attraverso il quale i partecipanti potranno avere la possibilità di condividere con gli artisti presenti al festival il loro percorso artistico e di vita. Sei laboratori, sei esperienze teatrali che daranno luce a esperienze stimolanti sia per attori e operatori già formati, che per appassionati, che per curiosi.

 

Il talentuoso drammaturgo toscano Stefano Massini conduce Suggestione è suggerimento: prove tecniche di espressione intorno a un racconto per l’infanzia di Oscar Wilde (26 – 27 luglio). Il percorso sarà incentrato sulla ricerca drammaturgica del suggerimento/suggestione partendo dalle atmosfere del racconto “Il compleanno dell’infanta” di Oscar Wilde, storia di un nano deforme che si crede bellissimo.

Maurizio Lupinelli, attore e regista di grande esperienza, da anni impegnato in percorsi di teatro con ragazzi portatori di handicap. conduce Strappi. L’origine di una idea (dal 27 al 29 luglio). Un percorso attraverso il linguaggio del corpo e della parola, su come tradurla in carne sulla scena. Il lavoro ruoterà attorno ai testi di Céline.

Laboratorio dell’irrealtà: esperimenti tra recitazione e arti visive è il titolo del laboratorio condotto da Giulia Dall’Ongaro e Enrico Deotti del Teatrino Giullare (27-28 luglio). “Non esiste una distinzione netta tra ciò che è reale e ciò che è irreale né tra ciò che è vero e ciò che è falso. Una cosa non è necessariamente vera o falsa, può essere sia vera che falsa allo stesso tempo”. A partire da questa affermazione di Harold Pinter e dal lavoro svolto per l’ultima produzione della Compagnia, Teatrino Giullare condurrà con i partecipanti una serie di sperimentazioni che a partire da una scrittura teatrale conducano alla creazione di materiali ed effetti visivi che esaltino la teatralità e mettano alla prova l’attore tra installazione e recitazione. Tecniche e oggetti teatrali per riflettere su come l’illusione amplifica e delinea la realtà.

Marcella Nonni, cofondatrice nel 1983 con Marco Martinelli, Ermanna Montanari e Luigi Dadina del Teatro delle Albe, propone VISIONE SCENICA E RESPIRO ORGANIZZATIVO (dal 28 al 30 luglio). Laboratorio di organizzazione teatrale, durante il quale, grazie alla sua esperienza trentennale come organizzatrice e amministratrice, affiancata da alcuni suoi colleghi/ospiti, condividerà con i partecipanti percorsi  ed esperienze .

Walking Talking Dancing è il work shop condotto da Alessandro Bernardeschi, storico danzatore della Compagnia italo francese Caterina Sagna (dal 30 luglio al 1 agosto). Gesti di un eterno ritorno. Da una conversazione bassa, terra terra, dozzinale e alcolizzata, tra avanzi di concetti, di cibo e di bevande nasce la danza (?) di Basso Ostinato. Il laboratorio ripercorre (reinventandola secondo le intuizioni dei partecipanti) la drammaturgia usata nello spettacolo. Dare dignità di DANZA a gesti quotidiani, come un gesticolar parlando, un inciampare, un rutto, un mutuo soccorso, un punto esclamativo.

PROGETTI DI CIRCO PER ATTORI è il laboratorio della Compagnia Sirteta, condotto da Edoardo e Guido “Ugo Sanchez” Nardin (dal 26 al 28 luglio). Attraverso la giocoleria e l’acrobatica l’obbiettivo è quello di acquisire e migliorare: capacità di coordinazione oculo-manuale ed equilibrio, competenze ritmico-espressive, concentrazione. L’attività offre agli attori la possibilità di sperimentare le proprie capacità motorie e di affinarne le potenzialità ritmico-espressive, attingendo alla fantasia ed alla creatività personali.

Per iscriversi ai laboratori è necessario scaricare la scheda di iscrizione e inviarla compilata (scaricabile dal sito www.volterrateatro.it) entro il 16 luglio via mail a s.pacini@volterrateatro.it – oppure via fax al n. +39 0588 90528.

Per ulteriori informazioni:

Simone Pacini
tel: (+39) 0588.086127
cell: (+39) 335.8384927
e-mail: s.pacini@volterrateatro.it
skype: simone_pacini

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *