Last Seen 2012. La redazione ha scelto, ora tocca a voi!

KLP Last Seen 2012
KLP Last Seen 2012

KLP Last Seen 2012

Eccoci anche in questo finire di anno con il Last Seen di Klp, ossia lo spettacolo dell’anno per Krapp. Tra gli spettacoli visti dalla redazione in questo 2012, ogni redattore ha espresso le proprie preferenze, per un massimo di cinque spettacoli ‘preferiti’.

I più votati formano la rosa dei 10 spettacoli qua sotto, tra cui potrete votare da ora e fino alle 24 del 31 gennaio.

Saranno i vostri voti – pubblico, addetti ai lavori o fan che siate – a decretare il Last Seen 2012, cui andrà, come in passato, una ingente somma di denaro per una nuova produzione. Ah no, scusate, siamo poveri, niente denaro, ma fama, gloria e visibilità su Klp attraverso un banner pubblicitario.

Negli anni abbiamo assistito a gare partite in sordina e poi diventate escalation al voto prive di ogni scrupolo; abbiamo “ammanettato” smanettoni e ci siamo stupiti (e lusingati) dell’incitamento al voto da parte di alcune ‘insospettabili’ compagnie.

Nel nostro albo d’oro, ossia tra i vincitori del Last Seen delle passate edizioni, annoveriamo per ora Babilonia Teatri con “Made in Italy” (2008), Ricci/Forte con “Macadamia nut Brittle – primo gusto (2009)”, Teatro delle Albe con “L’avaro” (2010) e “Il giardino dei ciliegi” di Paolo Magelli (2011).

Speriamo di divertirci anche quest’anno. Avete un mese di tempo per esprimere la vostra preferenza attraverso il sondaggio che troverete su tutte le pagine di Klp.

Ecco quindi chi abbiamo scelto di mandare in finale quest’anno:

L’origine del mondo. Ritratto di un interno di Lucia Calamaro

For rent/A louer di Peeping Tom

Fratto_X di Antonio Rezza e Flavia Mastrella

L’uomo della sabbia di Menoventi

Un tram che si chiama desiderio di Antonio Latella  

La semplicità ingannata. Satira per attrice e pupazze sul lusso d’esser donne di Marta Cuscunà

Ombre Wozzeck di Claudio Morganti  

Il sacro della primavera di Balletto Civile

Discorso grigio di Fanny & Alexander 

Karamazov di César Brie 

Infine, anche questo ormai da tradizione, come il cotechino con le lenticchie che mangerete fra poche ore, il nostro personale augurio per il 2013 attraverso i volti delle videointerviste realizzate nel 2012, riassemblate nel videoblob dell’anno con cui ci congediamo.

Buon voto e buon anno!

I risultati del sondaggio in tempo reale

No Comments

  • Angelo ha detto:

    Oddio. Vedere nella stessa lista “Un tram che si chiama desiderio” che è uno spettacolo straordinario e “Discorso grigio” che starebbe benissimo a Zelig e non certo in teatro, lascia molto perplessi. Ma molto perplessi.

  • Klp ha detto:

    Caro Angelo, se non sbaglio il “Discorso…” si trovava insieme al “Tram…” anche in un’altra lista di candidature, quella per un premio ben più autorevole del nostro, un premio consegnato a Milano (sede di Zelig) ma non destinato alle migliori opere di… cabaret.

  • carlo bergonzoni ha detto:

    Bellissimo!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *