Le serre di Kronoteatro si riempiono di Terreni Creativi

Terreni Creativi 2013
Leo Bassi

Leo Bassi attende il pubblico ligure

L’estate è la stagione regina dei festival teatrali, ed eccoci dunque a tornare anche quest’anno a Terreni Creativi, piccolo ma prezioso festival che la coraggiosa compagnia Kronoteatro organizza nella cittadina ligure di Albenga dal 4 al 6 agosto.

La Città dalle 100 torri in provincia di Savona ospiterà infatti per la quinta volta un’autentica kermesse che non consterà solo di teatro ma spazierà da danza e musica alla presentazione di libri, e che di giorno in giorno si sposterà in luoghi diversi, invadendo – come ormai d’abitudine – alcune aziende agricole e serre florovivaistiche (tipiche di quel territorio), per trasformare questi imponenti spazi, normalmente deputati alla produzione e commercializzazione dei prodotti agricoli, in luoghi di spettacolo.

Tre giorni “al verde” come si denomina questa edizione, sia per delimitare i luoghi in cui si svolgerà, sia per testimoniare l’estrema mancanza di risorse che caratterizza questi tempi.

Le tre aziende che ospiteranno le performance del festival saranno TerraAlta, CeRSAA – Centro regionale di sperimentazione ed assistenza agricola e R.B. Plant, pronte ad accogliere “La lunga Asta del Santo” della Compagnia degli Omini, compagnia caratterizzata da un originale modo di rapportarsi con il pubblico: un curioso mercante in fiera sulle vite dei santi verrà adattato per l’occasione in tre parti.
L’ultima giornata la compagnia toscana sarà preceduta dalla presentazione dell’ultimo libro di Oliviero Ponte Di Pino, “Comico & Politico”, che riflette sulla crisi della democrazia alla luce delle caratteristiche comunicative del fenomeno Beppe Grillo.

Saranno poi della partita tre artisti assai differenti tra loro, il funambolico Leo Bassi, artista giramondo che conosciamo da oltre vent’anni per le sue fantasiose incursioni, il romano Andrea Cosentino col suo collaudatissimo “Primi passi sulla luna” e Quotidiana.com (Paola Vannoni e Roberto Scappin) con “Soffro ma non sembra”.

Terreni Creativi 2013

Una delle serate della scorsa edizione di Terreni Creativi

A chiudere tutte e tre le serate sarà sempre la musica, e per la festa finale arriveranno Andy Smith, cofondatore dei Portishead (gruppo che con Massive Attack e Tricky forma la sacra trimurti del trip hop di Bristol), che offrirà un dj set rigorosamente in vinile d’epoca (dagli anni ‘40 ai ‘70), il trio di Fabio Giachino, pianista jazz torinese, Giulietta Passera e il manipolatore elettronico Hugo.

Ad arricchire l’allestimento degli spazi agricoli collaboreranno con le loro opere gli artisti visuali del progetto Terraferma, coordinato da Valeria Barbera, realizzando installazioni nate da una residenza attraverso materiali reperiti in loco.

In questo mix di arti non può mancare la danza: in stretto rapporto con le installazioni, imprevedibili nell’arco della serata arriveranno le incursioni del Laboratorio Creativo Danza 2014, svolto nelle ore diurne del festival dagli iscritti allo stage curato da Nicoletta Bernardini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *