Leonardo Manzan vince il bando per registi under 30 della Biennale Teatro

Photo: Federica Di Benedetto
Photo: Federica Di Benedetto

E’ Leonardo Manzan, romano, 26 anni, il vincitore dell’edizione 18/19 del bando per registi under 30 di Biennale College, scelto dal direttore del settore Teatro della Biennale di Venezia Antonio Latella nella rosa dei sette finalisti che hanno presentato un estratto del loro progetto all’interno del 46° Festival Internazionale del Teatro.

Manzan, che ha frequentato la Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano ed è già vincitore di In-Box 2018 con la compagnia Bahamut per “It’s app to you”, ha presentato un frammento intitolato “Cirano deve morire”, liberamente ispirato al Cyrano de Bergerac di Rostand.

“Leonardo Manzan ha avuto il coraggio di esporsi e di rischiare – recita la motivazione -. Nonostante la giovanissima età ha dimostrato di essere pronto ad attraversare quella linea gialla che delimita la zona di sicurezza per andare in zone anche pericolose, mai rassicuranti e ovvie. Al suo coraggio vogliamo aggiungere la nostra scommessa”.


Una menzione speciale è stata attribuita a Giovanni Ortoleva, anche lui 26enne e proveniente dalla Paolo Grassi ma originario di Firenze, “per aver proposto un classico come il “Saul” in una interpretazione registica solida e convincente; Giovanni Ortoleva è riuscito a mantenere una coerenza di scelte e un rigore quasi analitico che, di fatto, riteniamo rare e insolite per un giovane regista, tali da giustificare la segnalazione di una promessa”.

I registi che hanno partecipato alla finale del bando, insieme a Leonardo Manzan e Giovanni Ortoleva, sono Lucia Menegazzo e Silvia Rigon, Camilla Brison, Pablo Solari e Alessandro Businaro.

La sezione di Biennale College – Teatro dedicata ai registi sotto i trent’anni, introdotta per la prima volta lo scorso anno e indirizzata a registi italiani, si sviluppa nell’arco di un biennio.
Al regista vincitore di questa seconda edizione (così come è stato lo scorso anno) è destinato un premio di produzione fino a un massimo di 110.000 euro. Dovrà realizzare il suo spettacolo nel corso del prossimo anno, sviluppandolo in tutti i suoi aspetti con il tutoraggio di Antonio Latella.
Lo spettacolo debutterà poi nell’ambito del 47° Festival Internazionale del Teatro.

La notizia arriva oggi, domenica 5 agosto, nell’ultima giornata della Biennale Teatro 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *