I Liberi Amori sono Possibili? Al via la rassegna 2009 di teatro omosex

Le luci di Laramie
Le luci di Laramie

Le luci di Laramie

Liberi amori possibili, per la terza volta.
Debutterà lunedì 4 maggio la rassegna di teatro con tematiche omosessuali organizzata da Teatro Libero a Milano. Un programma di spettacoli che vuole introdurre il confronto sul tema dell’identità sessuale seguendo il modello di quanto accade da diversi anni negli Usa e a Dublino, ma anche a Roma con Garofano Verde, e in concomitanza con l’esperienza del Théâtre Côté Cour di Parigi, ugualmente alla sua prima esperienza nella stagione 06/07.

La selezione dei progetti è avvenuta durante il 2008. Dalla settantina di titoli arrivati già a dicembre, la rosa si è stretta su 20 titoli a febbraio, per poi arrivare alla scelta definitiva.
Nove gli spettacoli del cartellone, che intendono lasciare da parte i pregiudizi ma anche dare opportunità ad un genere di teatro che spesso incontra difficoltà distributive.

Si partirà, lunedì, con “Sono diventato etero!”, commedia musicale di Lorenzo De Feo, a cui seguirà il 5 “Lo specchio dell’amore”  de La città invisibile, dove tra i resti di un selvaggio party alcoolico, due creature, uomo e donna solo in apparenza,  giocheranno a raccontarsi la bizzarra fiaba della storia dell’omosessualità.
Tra gli altri spettacoli “Oberon” di Ugo Chiti della compagnia Skenè, “Attrazione dell’abisso” di e con Massimo Stinco, “Le luci di Laramie”, di Piccolo Teatro Campo d’Arte e Diverbia et Cantica, e “Anch’io come te”, spettacolo in cui i protagonisti sono un trans ftm (femmina transizionato maschio) e una trans mtf (maschio transizionato femmina): un viaggio nella metamorfosi del transessuale, che modifica il proprio corpo per aderire pienamente alla propria essenza.
Fino al 12 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *