Loro del Reno torna a esplorare i territori della contemporaneità. Il bando

Teatri di Vita
Teatri di Vita

photo: teatridivita.it

Anche quest’anno Teatri di Vita presenta la nuova edizione, la sesta, del concorso-rassegna bolognese Loro del Reno. Il premio, fondato nel 1989 da Andrea Adriatico, Flavio Bertozzi, Stefano Casagrande, Stefano Casi, Chiara Sorgato e Brunella Torresin, è nato per esplorare la realtà dello spettacolo contemporaneo in una delle regioni più fertili di “nuove” compagnie.

Alla manifestazione possono partecipare artisti che operano in Emilia Romagna impegnati nei linguaggi contemporanei. Non sono discriminanti né la tipologia del linguaggio espressivo scelto, né l’età dei componenti. Le formazioni partecipanti devono però non essere mai state ‘riconosciute’ dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Lo spettacolo presentato dovrà essere disponibile, se selezionato, per una o più rappresentazioni dal vivo nel mese di dicembre in occasione della rassegna.
Il termine ultimo per l’invio della scheda di partecipazione è il 15 ottobre 2009. Gli spettacoli selezionati saranno rappresentati dal vivo a Teatri di Vita dal 18 al 20 dicembre, e costituiranno il festival Loro del Reno all’interno della stagione 2009/10 dell’ente organizzatore. Gli spettacoli saranno visti, oltre che dal pubblico, da un’apposita giuria che assegnerà i premi.Il miglior spettacolo si aggiudicherà il Premio Stefano Casagrande, vinto in passato da Rodisio, Città di Ebla, Menoventi e, la scorsa edizione, da quotidiana.com con “Tragedia tutta esteriore”. La compagnia vincitrice riceverà un premio in denaro, e sarà accolta in residenza produttiva per il suo nuovo spettacolo a Teatri di Vita nel corso del 2010. La residenza produttiva si concretizza in un periodo di disponibilità gratuita dello spazio.
Il miglior interprete si aggiudicherà invece il Premio Monica Mioli, sempre in denaro, vinto in passato da Anna Albertarelli, Valentina Buldrini, Stefano Questorio e lo scorso anno da Chiara Cicognani in “Stallo-Studio per un’anticamera”.


BANDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *