La formazione dell’attore è al Metodi Festival

Viola Spolin
Viola Spolin

Viola Spolin (photo: en.wikipedia.org)

Anche quest’anno torna Metodi Festival, la rassegna dedicata alla formazione del mestiere dell’attore. La seconda edizione si terrà dal 2 all’11 ottobre nell’Alta Maremma toscana; dieci giorni di workshop per 100 ore di lavoro, convegni, incontri e confronti teorici e pratici tra i metodi di recitazione più praticati nel mondo:

– Metodo Strasberg, Lee Strasberg Institute, New York
– Metodo Chekhov, Michael Chekhov Acting Studio, New York
– Metodo Stella Adler, Stella Adler Studio of Acting
– Metodo Viola Spolin, New Actors Workshop, New York
– David Kaplan, Five approaches to acting, New York
– Metodo Meisner, William Esper Studio-Professional Acting Training, New York

“Oltre all’approfondimento delle varie voci del metodo americano, con l’inserimento della tecnica di Stella Adler (Burrus) e un ulteriore contributo della tradizione strasberghiana (Gideon), quest’anno saranno visibili nel loro aspetto pratico e teorico l’originale insegnamento di Michael Čechov (Petit), l’elaborazione indipendente dell’insegnamento stanislavskiano radicata nel teatro d’improvvisazione di Viola Spolin (Hendrickson), e la suggestiva sintesi tecnica del regista David Kaplan”.

I workshop sono aperti ad attori, aspiranti attori, trainers – insegnanti di recitazione, registi, sceneggiatori, drammaturghi, produttori, organizzatori, operatori culturali. Il numero di partecipanti per ogni gruppo è di 15 allievi, oltre ad un numero variabile di uditori.
Tutte le richieste saranno prese in considerazione fino ad esaurimento dei posti disponibili, al massimo entro il 15 settembre 2009. A seconda del seminario scelto i costi variano dai 250 agli 800 euro (comprensivi di alloggio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *