Morenica 2010: gli universi diversi del teatro

Morenica

MorenicaCon “Racconti di giugno” Pippo Delbono ha aperto la rassegna Morenica-Universi diversi, nata dal sodalizio tra Morenica e Tecnologia Filosofica, compagnia titolare del progetto. L’iniziativa è parte di una residenza triennale, iniziata nel 2008, nella quale ospitalità, formazione e produzione si integrano tra loro dando vita a laboratori, percorsi formativi e momenti di spettacolo con l’obiettivo di coinvolgere il territorio del Canavesano.
I direttori artistici sono Francesca Brizzolara e Renato Cravero, il cui obiettivo primario è mettere in luce gli aspetti costruttivi dell’incontro con il disagio e la diversità, ritornando al concetto originale e più profondo della parola cultura: la coltivazione dei valori profondi della vita e dell’essere umano.

I prossimi appuntamenti vedranno sabato 9 ottobre due spettacoli: Tecnologia Filosofica presenterà “Niji” (una preghiera ispirata al tempo e alle sue metamorfosi tra Oriente e Occidente fra tradizione e rito), cui seguirà “Le teste di Pallino”, ossia i burattini che Carlo Brizzolara si è portato dietro dal campo di concentramento di Geneifa in Egitto, dove fu internato per quattro anni come prigioniero di guerra durante la Seconda Guerra Mondiale.
Il 13 ottobre a Chiaverano Bertagnolio un incontro con Cesar Brie e la proiezione del documentario “Tahuamanu”. Brie terrà inoltre un laboratorio per attori professionisti da giovedì 14 a sabato 16 ottobre.
A chiudere gli spettacoli, il 29 ottobre, Danio Manfredini con il suo ormai ‘classico’ “Tre studi per una crocifissione“, in cui racconta, per brevi monologhi, altrettante storie di diversità, emarginazione e sconfitta.

Per lo Spazio Giovani in Residenza “A chi tocca?” della Bottega dei Bottoni il 6 e 7 ottobre, oltre a tutta una serie di iniziative legate al territorio fra cui il progetto “Dalla Memoria al Teatro” nei comuni di Borgofranco e Bollengo, il progetto per le scuole “La Storia del Teatro raccontata ai ragazzi” e i laboratori annuali.

Tutti gli spettacoli sono gratuiti tranne quello di Danio Manfredini (10 euro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *