Performazioni 2012: international workshop festival

Il programma di Performazioni, dal 20 al 31 marzo, prevede 12 giorni di workshop, laboratori, open class gratuite, incontri, dimostrazioni di lavoro, mostre, installazioni, performance, con maestri riconosciuti a livello internazionale per la propria metodologia di lavoro e per la costante ricerca sul training fisico e vocale e sulle arti performative contemporanee. Parte del lavoro pratico con i partecipanti ai workshop si svolgerà in luoghi esterni al LIV a contatto con  aree urbane e spazi naturali, al fine di esplorare le interazioni tra il performer e i differenti contesti, e di stimolare la creazione di incursioni, performance, installazioni che si manifestano hic et nunc.
Research Project è il tema scelto quest’anno in occasione della II° edizione del festival. I maestri internazionali invitati introdurranno i partecipanti e gli spettatori nella propria metodologia di lavoro attraverso la condivisione di progetti performativi che prevedono l’interazione tra differenti linguaggi ed il coinvolgimento del performer nella creazione di percorsi di ricerca e formazione innovativi ed originali. 
PerformAzioni si aprirà con InOrganic Body – Upgrading Actor, workshop intensivo sul training fisico e vocale dell’attore in cui Anna Dora Dorno e Nicola Pianzola guideranno i partecipanti nella ricerca sviluppata nel progetto Running in the fabrik di Instabili Vaganti. Due saranno i percorsi di ricerca sulla danza e il teatro fisico, con gli stage Il corpo Instabile, diretto da Anna Albertarelli e Roberto Pssuti di Gohatto project, e Pooling dretto dalla performer serba Nhandan Chirco. Chiuderà il festival il Lalish Theater Labor, ensemble di origine curda che ha fondato a Vienna il centro di ricerca sul teatro e la performance, con il workshop Songs as the source: The Way of the Energetic Voice and Vocal Action, condotto da  Shamal Amin e Nigar Hasib. 
Gli eventi speciali di questa edizione del festival saranno L’Eremita contemporaneo, il nuovissimo lavoro di Instabili Vaganti, e la performance No Shadow – Work in progress del Lalish theater Labor di Vienna. Vi saranno inoltre dimostrazioni di lavoro e studi con i partecipanti a workshop ed incontri di presentazione dei progetti di ricerca delle compagnie e dei maestri invitati con proiezioni video e dimostrazioni pratiche. Inoltre si potranno visitare l’esposizione Migrazioni di Luana Filippi e Instabili Vaganti e l’installazione del progetto No Shadow di lalish Theater Labor. Il Festival prevede inoltre un incontro dedicato alla formazione nel teatro contemporaneo, ed una giornata in cui i partecipanti ai workshop potranno mostrare i propri percorsi individuali di ricerca attraverso la presentazione di studi, work in progress, frammenti di performance, in linea con lo spirito di confronto e condivisione tra partecipanti, maestri e pubblico, con cui è nato il Festival.  
PROGRAMMA DEI WORKSHOP
20 – 24 marzo 2012 
10.00 – 13.30 / 14.30 – 16.00 
In_Organic BOdy – Upgrading actor
Workshop sul training fisico e vocale dell’attore nel teatro contemporaneo
Diretto da Anna Dora Dorno e Nicola Pianzola Instabili Vaganti (Italia)
20 – 22 marzo 2012
18.30 – 22.30
Il corpo In-stabile Tracce di ricerca introspettiva e dinamiche teatrali/sonore
Stage intensivo di danza e teatro fisico
Condotto da Anna Albertarelli e Roberto Passuti – Gohatto project (Italia). 
25– 28 marzo 2012
10.00 – 13.30 / 14.30 – 16.00 
Songs as the source:  The Way of the Energetic Voice and Vocal Action
Workshop intensivo sull’azione fisica e vocale e sul canto
Diretto da Shamal Amin e Nigar Hasib – Lalish Theater Labor  (Austria)
29 – 30 marzo 2012
11.00 – 15.00 
POOling
Workshop sul training fisico, sul movimento e sulla creazione individuale
diretto da Nhandan Chirco (Serbia)
PROGRAMMA DEGLI EVENTI 
20 marzo 
Okuri Inu ore 16.00
Inaugurazione della mostra fotografica del progetto di Luana Filippi
21 marzo 
Running in the Fabrik ore 18.00
Presentazione video fotografica del progetto di Instabili Vaganti 
22 marzo 
Il corpo Instabile ore 17.00
Presentazione del progetto di Gohatto Project 
23 marzo 
L’eremita contemporaneo ore 21.00
Performance di Instabili Vaganti (Italia)
Regia: Anna Dora Dorno / Con: Nicola Pianzola / Musiche originali dal vivo: Andrea Vanzo
24 marzo 
InOrganic Body ore 18.00
Dimostrazione di lavoro con i partecipanti al workshop diretto da Instabili Vaganti.
27 marzo 
No shadow  Project ore 18.00
Presentazione del progetto diretto Lalish Theater Labor (Austria)
28 marzo
No shadow project ore 16.00
Installazione fotografica del progetto No Shadow di Lalish Theater Labor (Austria)
Songs as the source ore 18.00
Dimostrazione di lavoro con i partecipanti al workshop diretto da Lalish Theater Labor (Austria)
No shadow  ore 21.00
Performance di Lalish Theater Labor (Austria)
Con e di Shamal Amin e Nigar Hasib
30 marzo 
Pooling ore 16.00
Presentazione del progetto di Nhandan Chirco e dimostrazione con i partecipanti al workshop
FormArti nel contemporaneo ore 18.00
Incontro sulla formazione del performer nel panorama internazionale del teatro contemporaneo.
31 marzo 
Studi e work in progress a partire dalle ore 18.00
Presentati dai giovani performer partecipanti al workshop festival

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *