Krapp's Last Post

Premi Ubu 20/21: i vincitori

Franco Quadri (photo: Fondazione Mondadori)

Franco Quadri (photo: Fondazione Mondadori)

“La più grande festa del teatro italiano”: così l’ha appena definita Chiara Francini, conduttrice di questa edizione dei Premi Ubu, fondati nel 1978 da Franco Quadri.
Dieci anni senza Quadri, ma dieci anni in cui gli Ubu sono proseguiti.
E’ in corso al Cocoricò di Riccione la cerimonia di consegna per questa edizione biennale del premio, una scelta in linea con il lungo periodo di chiusura dei teatri a causa della pandemia. La serata è condotta da Francini con la partecipazione di Graziano Graziani e quella musicale di Diodato e Rodrigo D’Erasmo.

L’edizione numero 43 del Premio Ubu per il Teatro ha coinvolto 64 votanti fra critici e studiosi per diciassette categorie in gara, dallo Spettacolo dell’anno ai Premi Speciali, con l’inserimento recente di un Premio alla carriera (quest’anno per la prima volta a una donna!) e di un premio al Migliore spettacolo di danza.
Un inevitabile ricordo, a inizio serata, va a due grandi critici, Maria Grazia Gregori e Renato Palazzi, da poco scomparsi.

Graziani e Francini (photo: Associazione Ubu per Franco Quadri)

Ed ecco i vincitori in diretta (evidenziati in rosso) emergere tra i candidati al ballottaggio!
Si parte dai numerosi Premi Speciali assegnati, legati in maniera stretta al periodo della pandemia e all’ingegno messo in campo dal mondo teatrale per superare solitudine ed isolamento:

GLA – Gruppo di Lavoro Artistico – Teatro Metastasio 
Lingua Madre – progetto di LAC Lugano Arte e Cultura
Radio India / Oceano Indiano – progetto di Teatro di Roma
Now everywhere teatro musica & danza possibili (adesso) – progetto di Amat
Politico Poetico di Teatro dell’Argine
#Indifferita – progetto di Elvira Frosini e Daniele Timpano

Nuovo testo straniero/scrittura drammaturgica (messi in scena da compagnie o artisti italiani)
Tiresias di Kae Tempest 
– Chi ha ucciso mio padre di Édouard Louis
– L’amore del cuore di Caryl Churchill

Giorgina Pi ritira il premio insieme al traduttore Riccardo Duranti (photo: Ass. Ubu per Franco Quadri)

Nuovo testo italiano/scrittura drammaturgica (messi in scena da compagnie o artisti italiani)
– Spezzato è il cuore della bellezza di Mariano Dammacco
– Il filo di mezzogiorno di Ippolita Di Majo da Goliarda Sapienza
– La gloria di Fabrizio Sinisi
– La tragedia è finita, Platonov di Liv Ferracchiati
– Sylvie e Bruno di Chiara Lagani da Lewis Carroll

Attrice/performer under 35
Federica Rosellini
– Marina Occhionero
– Petra Valentini

Attore/performer under 35
Francesco Alberici
Alessandro Bay Rossi
Simone Zambelli

Premio alla Carriera
Giulia Lazzarini

Miglior spettacolo straniero presentato in Italia
– Ink di Dimitris Papaioannou (produzione 2WORKS; coproduzione Torinodanza Festival / Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale e Fondazione I Teatri / Festival Aperto – Reggio Emilia)
Orestes in Mosul di Milo Rau & ensemble (regia di Milo Rau; produzione NTGent & Schauspielhaus Bochum; coproduzione Tandem Arras Douai, con il supporto di Belgian Tax Shelter e Romaeuropa Festival)
– The Mountain di Agrupación Señor Serrano (testo e regia di Àlex Serrano, Pau Palacios, Ferran Dordal; coproduzione GREC Festival de Barcelona, Teatre Lliure, Conde Duque Centro de Cultura Contemporánea, CSS Teatro Stabile di Innovazione del Friuli Venezia Giulia, Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale, Zona K, Monty Kultuurfaktorij, Grand Theatre, Feikes Huis; con il sostegno di Departament de Cultura de la Generalitat, Graner – Mercat de les Flors)
Ultraficción nr. 1 / Fracciones de tiempo di El Conde de Torrefiel (regia di Pablo Gisbert e Tanya Beyeler – El Conde de Torrefiel; testo di Pablo Gisbert; prodotto con il sostegno di Institut Ramón Llull, ICEC – Generalitat de Catalunya)

Anna Cremonini, direttrice di Torinodanza, ritira il premio per Ink (ph: Ass. Ubu per Franco Quadri)

Scenografia
– Nicolas Bovey (La casa di Bernarda Alba e Le sedie)
– Alessandro Serra (Il giardino dei ciliegi)
– Giuseppe Stellato (La valle dell’Eden)
– Paola Villani (Earthbound)

Nicolas Bovey per la miglior scenografia (ph: Ass. Ubu per Franco Quadri)

Progetto sonoro/musiche originali
– Collettivo Angelo Mai (Tiresias)
– Giovanni Lo Cascio (Furore)

Disegno luci
– Pasquale Mari (Misery e Solaris)
– Industria Indipendente/Luca Brinchi (Klub Taiga. Dear Darkness)
– Cristian Zucaro (Misericordia)

Pasquale Mari (ph: Ass. Ubu per Franco Quadri)

Costumi
– Emanuela Dall’Aglio (Naturae)
– Ettore Lombardi (Dialogo Terzo: In a Landscape)
– Gianluca Sbicca (Mangiafoco e I due gemelli veneziani)

Emanuela Dall’Aglio (ph: Ass. Ubu per Franco Quadri)

Curatela/organizzazione
– Lucia Franchi e Luca Ricci (Kilowatt Festival)
– Maurizio Sguotti e Kronoteatro (Terreni Creativi Festival)
– Velia Papa (Inteatro Festival)
– Elena Di Gioia (Epica Festival)

Ricci e Franchi di Kilowatt (ph: Ass. Ubu per Franco Quadri)

Attore/performer
– Gabriele Portoghese (Tiresias)
– Michelangelo Dalisi (Hamlet)
– Michele Di Mauro (Le sedie)

Attrice/performer
– Manuela Lo Sicco (Misericordia)
– Anna Della Rosa (Cleopatràs e Sorelle)
– Francesca Sarteanesi (Sergio)

Regia
– Fabio Condemi per La filosofia nel boudoir
– Valerio Binasco per Le sedie
– Emma Dante per Misericordia
– Antonio Latella per Hamlet

Fabio Condemi (ph: Ass. Ubu per Franco Quadri)

Spettacolo di danza
– Doppelgänger di Michele Abbondanza, Antonella Bertoni e Maurizio Lupinelli; produzione Compagnia Abbondanza/Bertoni, Armunia Festival Inequilibrio, Nerval Teatro
– Best Regards coreografia e regia di Marco D’Agostin; testi di Chiara Bersani, Marco D’Agostin, Azzurra D’Agostino, Wendy Houstoun; produzione VAN
– Dialogo Terzo: In a Landscape di CollettivO CineticO & Alessandro Sciarroni; coreografia e regia di Alessandro Sciarroni; produzione Marche Teatro / Centrale Fies / Art Work Space

Doppelgänger (ph: Ass. Ubu per Franco Quadri)

Spettacolo di teatro
– Hamlet di William Shakespeare (regia di Antonio Latella); produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa
– Antigone da Sofocle (regia di Massimiliano Civica); produzione Teatro Metastasio di Prato
– Misericordia di Emma Dante (regia di Emma Dante); produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa
– Piazza degli eroi di Thomas Bernhard (regia di Roberto Andò); produzione Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Fondazione Teatro della Toscana – Teatro Nazionale