Puglia Showcase: una nuova vetrina per il teatro contemporaneo

Puglia Showcase

Puglia Showcase

L’evento aggregante è sicuramente la prima mondiale della “Divina Commedia” della compagnia Meno Fortas per la regia di Eimuntas Nekrosius, il grande regista lituano che presenterà il nuovo lavoro al Teatro Verdi di Brindisi martedì prossimo, 22 maggio, con replica il 23.

L’occasione di questa co-produzione ha dato modo al Teatro Pubblico Pugliese di rinnovare una ormai consolidata vocazione organizzativa allestendo, da lunedì 21 al 25, una vetrina dedicata al teatro contemporaneo pugliese in un circuito trans-provinciale che coinvolgerà anche Taranto, Barletta e Martina Franca. Il Puglia Showcase 2012 vedrà alternarsi momenti di riflessione e discussione ad eventi teatrali veri e propri.

Cinque le giornate di studio previste. Si inizia appunto il 21 pomeriggio al Castello Svevo di Barletta con “Cortocircuito” un convegno sulla drammaturgia contemporanea in collaborazione con il nascente Centro Nazionale Drammaturgia Italiana Contemporanea. Ci si dovrà quindi spostare nella mattina del 22 al Castello Aragonese di Taranto per le “Conversazioni a più voci e in due atti tra critici teatrali”: i due momenti saranno dedicati rispettivamente ai maestri che vengono dall’Est (argomento già introdotto con passione da Fausto Malcovati nel corso della presentazione della kermesse, enfatizzando l’idea di ponte-scuola che i grandi del teatro russo contemporaneo stanno ormai stabilendo con il resto del mondo, ed anticipando il tema, che sarà anche del progetto dantesco di Nekrosius, dell’evento teatrale come esperienza culturale multi-linguistica) e il tramonto dei grandi maestri qui in Italia dove sembra fare da controcanto una vivacità di talenti e saperi tutta pugliese.

La mattina del 23 appuntamento invece al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi per le “Lezioni sull’Inferno dantesco”, un incontro/seminario in collaborazione con il Centro interdipartimentale di ricerca per il Teatro, le Arti Visive, la Musica e il Cinema, dedicato alla esplorazione di alcuni aspetti della Commedia, fra cui la fortuna e la passione del conoscere ma anche l’arte retorica ed il realismo del corpo mutilato dalla pena.Nuovamente a Brindisi il 24 per una tavola rotonda sui modi del teatro come prodotto culturale e infine il 25 a Martina Franca per un seminario sulla Musica nel teatro di Nekrosius e la proiezione di un docufilm sulla misteriosa ed avventurosa vita di un gesuita martinese del Seicento, Padre Michele Schipa, che fu rettore all’Università di Vilnius, organizzati in collaborazione con la locale Fondazione Paolo Grassi.
La programmazione teatrale segue un andamento parallelo.La sera del 21 al Castello Svevo di Barletta uno spettacolo fuori programma: “Occidental Express” di Matei Visniec per il Teatrui de Marionete di Arad e Teatro dei Borgia, una co-produzione italo-rumena che orienta con delicatezza la riflessione sul tema della migrazione, argomento di grande attualità inteso qui come pulsione naturale ed umana.I pomeriggi e le sere sono ricchi di appuntamenti a Taranto.Il sipario del Teatro TaTÀ  si alzerà due volte il 22: alle 15.30 per Teatro Minimo con “Sequestro all’italiana” di Michele Santeramo per la regia di Michele Sinisi e alle 22 con QuaLiBò per “N-esimo Progetto Fallimentare” di e con Maristella Tanzi e Carlo Quartararo (in replica il 23).Il Teatro Orfeo invece ospiterà Koreja alle 17.30 con “Acido Fenico. Ballata per Mimmo Carunchio”, “Camorrista” di Giancarlo De Cataldo per la regia di Salvatore Tramacere, nella nuova versione con Fabrizio Saccomanno.Altri appuntamenti per il 23: al Teatro TaTÀ alle 15.30 con Fibre Parallele in “Furie de Sanghe – Emorragia Cerebrale” e al Teatro Orfeo alle 17.30 con Opera in “Sonno” di Vincenzo Schino con il contributo artistico di Pierluca Cetera. E, ancora, per il 24: al Teatro TaTÀ alle 15.30 con la Compagnia Berardi-Casolari in “Io Provo a Volare! Omaggio a Domenico Modugno” e alle 22 con Aretè Ensemble in “Medea” di Euripide tradotto, diretto ed interpretato da Annika Strøhm e Saba Salvemini, mentre al Teatro Orfeo alle 17.30 l’appuntamento è con la Compagnia del Sole con “Guerra” di Lars Norèn per la regia di Marinella Anaclerio.La giornata del 25 prevede un ulteriore fuori programma: è la produzione di Teatro Crest dal titolo “L’agnello” di Francesco Ghiaccio per la regia di Gaetano Colella.


Ecco dunque una settimana dedicata al teatro diventare anche un importante appuntamento di promozione entro cui diversi spettacoli avranno modo di manifestarsi allo sguardo di interlocutori internazionali. Intercettando in questo modo la “mission” di un circuito qual è quella del TTP: aprire la visuale del mercato mondiale ed europeo sulle eccellenze pugliesi.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *