Scrivere di danza. Il bando 2019 della Biennale di Venezia

Simona Bertozzi-Nexus - And it burns, burns, burns © Luca Del Pia
Simona Bertozzi-Nexus - And it burns, burns, burns © Luca Del Pia

Da ieri, 20 maggio, fino a venerdì 31 maggio è online sul sito della Biennale di Venezia il bando Scrivere di danza rivolto a giovani laureati under 30.

Si tratta del primo dei cinque bandi che Biennale College – ASAC (Archivio Storico della Biennale) dedica, per il secondo anno consecutivo, al progetto Scrivere in residenza, coinvolgendo tutti i settori della Biennale – Danza Musica Teatro Cinema Arte.
Tutti i bandi prevedono la redazione di testi destinati a una pubblicazione della Biennale di Venezia e si svolgono sul campo: i candidati selezionati saranno invitati ad assistere ai programmi di ciascun festival e mostra sotto la guida del relativo tutor, facendo inoltre ricerca nelle sedi dell’Archivio Storico della Biennale di Venezia.
Al centro del progetto è l’attenzione alla qualità dello scrivere nelle discipline che la Biennale offre attraverso i suoi festival e le mostre, perché siano occasione di riflessione e di dialogo, ma anche di studio e ricerca grazie all’ASAC, l’Archivio Storico della Biennale, miniera di memorie che consentono di inscrivere l’osservazione sul presente in una prospettiva storica.

Per Scrivere di danza saranno selezionati un massimo di tre giovani laureati italiani under 30, studiosi di danza. Il workshop si svolgerà attorno alla figura del danzatore oggi, tema scelto in relazione al 13° Festival Internazionale di Danza Contemporanea, sotto la guida di Elisa Guzzo Vaccarino, saggista e critico.


Il tema sarà sviluppato in tre fasi di attività e ricerca a Venezia nelle sedi della Biennale (Ca’ Giustinian, Arsenale, Biblioteca della Biennale ai Giardini, Archivio Storico al VEGA):

– la prima fase, dal 21 al 30 giugno, coincide con il 13° Festival Internazionale di Danza Contemporanea, di cui i selezionati seguiranno tutte le attività in programma: spettacoli, incontri con gli artisti, film

– la seconda fase, dal 15 al 18 luglio, avrà luogo nelle sedi dell’Archivio Storico: guidati dal tutor i giovani selezionati porteranno avanti una ricerca di fonti, di riferimenti storici per la redazione di un testo (da un minimo di 10 a un massimo di 15 cartelle)

– la terza fase, dal 17 al 20 settembre, prevede l’analisi e la discussione della prima stesura del testo con il tutor.

È prevista una giornata di presentazione comune dei lavori che saranno, infine, raccolti in una pubblicazione della Biennale di Venezia.
I selezionati potranno usufruire di una foresteria messa a disposizione dalla Biennale di Venezia, della tessera per il trasporto pubblico in città, dei pasti (pranzo).
I bandi nazionali di Biennale College – ASAC intitolati Scrivere di teatro, Scrivere di musica, Scrivere di cinema, Scrivere di arte saranno pubblicati prossimamente sul sito della Biennale.

BANDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *