Volterra non vuole morire. Una mattina con Mercuzio

Mani insanguinate a Volterra (photo: Alessandro Fantechi)

Mani insanguinate a Volterra (photo: Alessandro Fantechi)

Ieri, sabato 16 giugno, abbiamo seguito in diretta le prove di Armando Punzo a Volterra per “Mercuzio non vuole morire”. Uno spettacolo che coinvolgerà in prima persona migliaia tra cittadini, associazioni, contrade, artisti e spettatori. Sarà presentato al VolterraTeatro 2012 e per il momento sta vivendo una dimensione di comunità all’interno delle città coinvolte. 

Punzo e il suo staff stanno lavorando alla formazione di grandi scene di massa e si stanno muovendo come in una maxi compagnia. Si organizzano prove collettive fra i turisti, nel mercato cittadino, tra i negozi, in mezzo alle strade e alle piazze volterrane. La città vive, prende parte al progetto e diventa un palcoscenico a cielo aperto. Lo spettacolo, partito lo scorso anno all’interno del carcere di Volterra, ora esce dalla Fortezza con la voglia di coinvolgere e far partecipare tutti. 

Ma “Mercuzio non vuole morire” è soprattutto uno stimolo che mette in movimento altre idee. Sono stati lanciati diversi concorsi e laboratori per sostenere Mercuzio. E non solo: il web e i social network  sono invasi da “mercuziagini”. Si condividono foto e parole che ricordano la leggerezza di cui Mercuzio è portatore, si va a caccia della regina Mab, si mettono in rete immagini che raccontano il coinvolgimento totale.Mercuzio non vuole morire - prove collettive a Volterra (photo: Alessandro Fantechi) 
Lo spettacolo sarà gratuito, ma forse il prezzo da pagare, questa volta, sarà più alto: ognuno dovrà prendere parte consapevolmente, partecipare e abbandonarsi allo spirito di Mercuzio. Il poeta, il sognatore, lo spirito libero, il simbolo della cultura non può morire e chiede aiuto.

Mercuzio è un valore universale con cui fare i conti personalmente. Ecco perché è un progetto così ardito, ecco perché la sfida di Armando Punzo e la Compagnia della Fortezza è così audace.
Buon Mercuzio a tutti!

Mercuzio non vuole morire - prove collettive a Volterra (photo: Alessandro Fantechi)

Mercuzio non vuole morire – prove collettive a Volterra (photo: Alessandro Fantechi)

 

Il blog della Compagnia della Fortezza
Il photostream su Flickr
 

 

Krapp is a poor man


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *