Per un teatro televisivo: Luca Ronconi

Per un teatro televisivo

Per un teatro televisivo

Durante gli anni Settanta, stagione d’oro della tv pubblica riformata, i maggiori registi della nuova scena italiana (soprattutto Bene, Quartucci e Ronconi, ma anche, con altri percorsi, Barba, Corsetti, Martone e Perlini) hanno realizzato per la Rai alcune opere coraggiose, capaci di creare un intreccio inedito tra la ricerca teatrale e le modalità della comunicazione televisiva, testimoniando così le straordinarie potenzialità inespresse del medium elettronico.
Rimangono purtroppo episodi misconosciuti, che, nonostante l’immediata adesione dei più avveduti critici televisivi, non hanno trovato seguito nell’attuale modello televisivo, dominato dalla corsa “pubblicitaria” agli indici d’ascolto e dalle leggi del “mercato dei programmi”.

E’ quindi importante oggi recuperare quelle esperienze di autentica teatralità televisiva, in termini di riflessione teorica, di stimolo creativo e di incentivazione produttiva per le nuove generazioni.

PER UN TEATRO TELEVISIVO
Prima parte: Luca Ronconi
a cura di Andrea Balzola e Franco Prono
Centro Regionale Universitario per il Teatro, Università di Torino – Dipartimento di Discipline Artistiche, Musicali e dello Spettacolo, Museo Nazionale del Cinema, Comune di Torino – Assessorato alla Gioventù
con la collaborazione del Centro Studi del Teatro Stabile di Torino
Torino, 23 febbraio – 2 marzo 1990
Cinema Massimo 2, via Montebello 8


LEGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *