Krapp's Last Post | Teatro tra le nuvole

Tuesday
Mar 03rd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Recensioni 2008 Un Riccardo III istrionico e grottesco per Oscar De Summa

Un Riccardo III istrionico e grottesco per Oscar De Summa

E-mail PDF

oscar_de_summaIl Riccardo III del talentuoso Oscar De Summa si presenta in scena con cautela, quasi pavido, accuratamente distaccato e sottotono in quello che è solo il primo di una lunga sequenza di “inganni”.
Ritma le battute d'apertura al suono di un bastone, brevi istanti in cui lo sguardo timido sfugge, posandosi da uno spettatore all'altro. Si tratta solo di un momento: perché il re è pazzo, il re è in procinto di sfogare liberamente il proprio delirio. La Nona di Beethoven ci accompagna nella grottesca bestialità del re di York, un'ora di follia e teatro che brucia e diverte.

Un'esibizione istrionica ma costantemente in equilibrio: le molteplici facce, voci e stati d'animo di questo Riccardo III dall'umore altalenante e disturbato, dall'essenza infida, ruffiana, smisurata, sono elementi che esaltano la tecnica dell'interprete e contribuiscono a far decollare il ritmo dello spettacolo. Una cifra, questo schizofrenico connubio d'identità, che incontra un limite forse proprio nella versatilità estrema dei registri, inevitabilmente smorzati nella loro carica emotiva.
Ma è un monologo che non ha nessun legame con gli "oziosi passatempi di questa nostra età" (nella società come in teatro), nonostante venga automatico, leggendo la citazione presente sulla scheda dello spettacolo, associare il gobbo sovrano ad epoche a noi contemporanee: “Il potere logora chi non ce l’ha!”.

RICCARDO III
liberamente tratto da "Riccardo III" di William Shakespeare
di e con Oscar De Summa
produzione: Armunia, Festival di Montalcino
durata: 52’
applausi del pubblico: 1' 42''

Visto a Calamandrana (AT), Festival Teatro & Colline, il 26 luglio 2008

Hits: 2729

Commenti (0)


Leggi i commenti Nuovo commento

busy
 

Post correlati


Megalopolis # 43 - Instabili Vaganti @ Roma, Teatro Due, 17-19 marzo
Sapevo esattamente cosa fosse l'amore prima d'innamorarmi - Macelleria Ettore @ Teatro Litta, Milano - 5-8 marzo

Il Calendario di KLP

Last Seen

 

L'Ivanov di Cechov. O il bello di vivere per Filippo Dini

Nicolaj Ivanov, interpretato dallo stesso Filippo Dini, è un uomo “superfluo”, alle p...

 

La serra di Pinter: autorità e potere secondo Marco Plini

Attraverso le interazioni tra lo staff medico della struttura di reclusione, diretta dall...

 

Furia avicola. L'apocalisse mondana di Spregelburd

Vien da chiedersi se nella foto (scattata dalla traduttrice e co-regista Manuela Cherubini...

 

Figli d’Arte Cuticchio: la pazzia di Orlando fra tradizione e innovazione

Del resto è lo stesso Cuticchio ad affermare che «la pazzia di Orlando, uno dei capitoli...

 

La Sicilia di Quartiatri, tutta da scoprire

Pino compare in sogno al cugino Tonino per raccontargli come vive, per tranquillizzare i f...

 

Comedians: l’umorismo ecologico di Faiella & co.

Si partiva da una base. Il testo del drammaturgo inglese Trevor Griffiths, vecchio di quar...

Facebook Twitter Google Bookmarks RSS Feed 

Video

 

Luca Radaelli e il suo Invito al teatro popolare di ricerca. Intervista

 

Amanti delle figure. Intervista a Teatrino Giullare

Conosciamo da molto tempo Teatrino Giullare, alias Giulia Dall'Ongaro ed Enrico Deotti, fi...

 

10 anni di Piccola Compagnia della Magnolia. Intervista a Giorgia Cerruti

 

Aurélia Thierrée Chaplin: ogni sera è una scommessa, nonostante questi due cognomi in eredità

 

Marco Baliani: raccontare la Storia per riflettere. Videointervista

 

Ritorno a Pascoli con gli Aquiloni di Paolo Poli. Intervista

I paesaggi del grande artista ligure salgono e scendono mentre davanti, in scena, un grupp...