Visionari tutto l’anno. A Sansepolcro Kilowatt si allarga

Giorgio Rossi

Giorgio Rossi aprirà Kilowatt tutto l’anno (photo: Valentina Tilotta)

Avevamo parlato di Sansepolcro nello scorso luglio in occasione di Kilowatt Festival, quando anche per quell’edizione Klp aveva assistito agli spettacoli scelti dai Visionari nei due giorni finali della manifestazione. Torniamo oggi a scrivere dei luoghi natali di Piero della Francesca per parlarvi di un nuovo progetto ideato dalla compagnia CapoTrave, Kilowatt tutto l’anno, una “full immersion all’insegna del teatro, della danza e della riflessione sul contemporaneo” sempre sotto la direzione artistica di Luca Ricci.

L’iniziativa prenderà il via con un primo appuntamento dal 12 al 15 dicembre e proseguirà nel 2014 con un progetto articolato, che lascerà poi il passo alla XII edizione di Kilowatt Festival, in programma dal 18 al 26 luglio 2014.

Kilowatt tutto l’anno avrà luogo negli spazi teatrali della ex Misericordia di Sansepolcro, e l’apertura di giovedì prossimo è affidata a Giorgio Rossi con “La Felicità”. Gli altri ospiti saranno la compagnia EmmeA’Teatro, Mara Cassiani, 7-8 Chili, Pathosformel, Collettivo Nada/Interno 5, e la compagnia CodedUomo/Daniele Ninarello.

L’iniziativa proseguirà con sei fine settimana che, fra gennaio e giugno 2014, vedranno un programma fatto di esiti di residenze, ospitalità e spettacoli, tra i quali saranno presenti i debutti delle compagnie Zaches Teatro con “Pinocchio”, Leonardo Diana con “Save the world”, Helen Cerina con “Iperrealismi”, Francesca Foscarini & Sara Wiktorowicz con “Once upon a time”, Silvia Gribaudi con “What age are you acting”, e ancora I Sacchi di Sabbia, Iaia Forte, Aldes/Roberto Castello, Madame Rebiné e, in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo, gli spettacoli di CapoTrave + Alessandro Roja, Vanaclù, Mario Perrotta.

All’iniziativa si accompagna la nascita de Il Centro della Visione, per un’accademia dello spettatore, progetto triennale ideato da Kilowatt e Laboratori Permanenti, con la direzione scientifica di Piergiorgio Giacché, articolato in un ciclo annuale di sei incontri di formazione, con l’obiettivo di mettere in primo piano la dimensione dell’ascolto. Un vero e proprio allenamento alla visione, in cui i partecipanti entreranno nel retrobottega degli artisti.

I destinatari del progetto sono tutti coloro che amano la cultura e le opere d’arte, ma anche coloro che, a scopo professionale, vogliono apprendere strumenti teorici e pratici legati alla lettura dell’opera d’arte.

Il primo di questi incontri, che si terrà nei giorni 13, 14 e 15 dicembre, ha come titolo “Il Natale della Visione”: oltre alla relazione introduttiva di Piergiorgio Giacché, che illustrerà le linee del progetto triennale, ci sarà un incontro con Giancarlo Gaeta, storico del Cristianesimo, che terrà una conferenza nel Museo Civico di Sansepolcro proprio di fronte a La Resurrezione di Piero della Francesca, ma anche due incontri con giovani compagnie teatrali del progetto Teatri del Tempo Presente – di cui Capotrave è soggetto attuatore per la regione Toscana, insieme al Teatro Metastasio di Prato e alla compagnia Aldes di Lucca – e infine un’escursione all’eremo francescano di Monte Casale, perché il progetto vuole indagare anche le modalità di visione del paesaggio.

Gli altri tre moduli che completeranno l’annualità 2013/14 si terranno ad aprile con l’attore e regista Mario Perrotta, a maggio con lo sceneggiatore Stefano Rulli e a luglio con Pippo Delbono.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *