La XXIV edizione di Giocateatro va online per far conoscere gli spettacoli a tutti

Lo spettacolo Chi sei? di Bruna Pellegrini e Adriana Zamboni
Lo spettacolo Chi sei? di Bruna Pellegrini e Adriana Zamboni

Si sarebbe dovuta svolgere dal 22 al 24 aprile la XXIV edizione di Giocateatro Torino – Festival di teatro per le nuove generazioni, ospitata come d’abitudine alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani.

“Per la prima volta, dopo quasi 25 anni – afferma Graziano Melano, direttore artistico della Fondazione TRG Onlus – Giocateatro non potrà essere realizzato nelle date previste. L’emergenza Covid-19 ci impedisce di procedere oltre nell’organizzazione dell’evento”.

Ma l’organizzazione non vuole annullare il festival del tutto, e decide di ‘trasferirlo’ in qualche modo online. Certo, non sarà la stessa cosa, ma è un tentativo per far conoscere, soprattutto agli organizzatori teatrali, i nuovi spettacoli realizzati dalle compagnie del territorio.

Ecco perché, nelle stesse date, sul sito e sulla pagina Facebook della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, chiunque potrà vedere i promo degli spettacoli in cartellone, leggere le schede di presentazione e “ascoltare gli artisti coinvolti nel festival, che vi illustreranno le proprie scelte, per garantire in modo almeno virtuale lo scambio di opinioni e di poetiche artistiche che da sempre ha caratterizzato il nostro Giocateatro Torino – prosegue Melano – Ma la speranza sarà quella di poterli mostrare dal vivo gli spettacoli appena possibile”.

Qui di seguito l’elenco degli spettacoli, con l’indicazione dell’età per il giovane pubblico, che avrebbero dovuto essere presentati:

LE RAPPRESENTAZIONI DI TEATRO-RAGAZZI (5/9 anni)
I CANTI DELL’ALBERO di Controluce Teatro d’Ombre su musica di Maurice Ravel, uno spettacolo di ombre e di
figura sulla geografia dell’immaginazione che prende spunto da piccoli gioielli pianistici di Maurice Ravel. È la storia di due giovani che si ritrovano nel bosco dell’infanzia grazie alla musica. È lei a consentir loro di assistere a narrazioni incantate che li trasportano nel mondo delle fiabe (+6).

I canti dell'albero

I canti dell’albero

LA FAMIGLIA PERFETTA di Teatrodistinto racconta, senza utilizzare parole, la gamma di emozioni che ciascuno di noi vive e affronta nella sua prima e fondamentale socializzazione, quella in famiglia. Le dinamiche di comunicazione non sempre facile, il vissuto della gelosia, del bisogno di inclusione. La paura di deludere e le frustrazioni che ne scaturiscono (+5).

IL CALABRONE NON LO SA di Onda Teatro dove in scena c’è una calabrona, Simona, che prima volava e adesso non vola più. I suoi compagni calabroni le hanno detto che è troppo grossa per volare, che è illogico che voli. Comincia quindi il suo viaggio iniziatico verso la riscoperta della sua vera natura (+6).

BARBABLÙ E ROSSANA di e con Monica Mattioli insegna ad ascoltarsi e a non lasciarsi manipolare, ribellandosi da piccoli “che cos’è l’amor”, inteso come espressione di rispetto, di sincera, reciproca e libera condivisione dei propri sentimenti (+9).

LE RAPPRESENTAZIONI PER GLI ADOLESCENTI
SE MI AMY di Anfiteatro è uno spettacolo teatrale scritto ed interpretato da Naya Dedemailan regia di Roberto Anglisani e musiche di Amy Winehouse sul tema della dipendenza da alcol. Si tratta di un monologo che parla di fragilità perché le dipendenze sono il risultato di una fragilità umana (+14).

MIA Maschi violenti donne violate del Teatro Nazionale Genova di Giorgio Scaramuzzino affronta il tema del femminicidio e più in generale della violenza sulle donne. L’attore e la danzatrice Michela Cotterchio, indagano sulle cause di un pensiero malato, che ancora affligge la nostra società (+12).

LE NUOVE PRODUZIONI DELLA FONDAZIONE TRG ONLUS
CHI SEI? di Bruna Pellegrini e Adriana Zamboni è una storia di crescita in cui, tra piccoli conflitti, gesti di esclusione e prove di coraggio per vincere la paura, le stoffe, i nastri e i tessuti si trasformano piano piano nel paesaggio dove giocano personaggi curiosi (+3).

CENERENTOLA Rossini all’Opera di Nino D’Introna, Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci è uno spettacolo con musica dal vivo, in collaborazione con Unione Musicale Onlus, in cui tre attori (Buonarota, Pisci e la giovane Mirjam Schiavello) ripercorrono le tappe principali della Cenerentola di Rossini in una girandola di sensazioni, emozioni, narrazioni e trasformazioni (+5).

IN VIAGGIO CON IL PICCOLO PRINCIPE, è la nuova produzione in collaborazione con la Fondazione Bottari Lattes che vede in scena Claudio Dughera, Claudia Martore e Michele Puleio per la regia di Luigina Dagostino.
Il pubblico viaggerà, insieme agli attori, tra i personaggi di un libro intramontabile che si è meritato il titolo di “classico per l’infanzia”. Per cercare di vedere con il cuore e non fermarsi alle apparenze (+5).

LA PIRAMIDE INVISIBILE Alla Scoperta dell’Antico Egitto, presenta una grande mappa interattiva, 51 carte-gioco e un bizzarro e divertente archeologo, Francesco Giorda, per non perdere la bussola e scoprire una delle più grandi civiltà della storia (+6).

MASKERRANDO Storie di teatro e di balene di Paola Mastrocola, regia di Nino D’Introna, con Giorgia Goldini, Irene Ivaldi e Graziano Melano. In un luogo fuori dal Mondo e fuori dal Tempo ci sono tre personaggi: un magazziniere che ha custodito per tantissimo tempo, con cura e con amore, delle grandi e meravigliose Maschere, e due donne che, per sbaglio, entrano nel magazzino e danno vita a un imprevisto. Uno spettacolo sul teatro come luogo dove tutto è possibile (+6).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *