Zoom Festival: le nuove generazioni del teatro qui & ora

Zoon Festival 2012E’ partito ieri sera con il Gruppo Nanou e proseguirà fino al 12 novembre, al Teatro Studio di Scandicci, la VII edizione di Zoom festival, intitolata ‘qui & ora’ dal direttore artistico Giancarlo Cauteruccio.

Sette giorni in cui saranno ospitate undici giovani compagnie di teatro e danza, con due prime nazionali: Costanza Givone, fiorentina di stanza a Lisbona, con il suo solo “Salomè ha perso il lume”, che scaturisce da uno studio giunto in finale al Premio Scenario 2011 e ospitato al Festival FIMFA in Portogallo, e la formazione romana Clinica Mammut, che sceglie la crisi contemporanea e l’Occidente in decadenza quale argomento dello spettacolo “Col tempo”.
Da segnalare anche la sezione Zoom Arte a cura di Pietro Gaglianò, con artisti visivi in performance inedite.

Molti i nomi di questa settimana: tra gli altri Laminarie (oggi con “Jackson Pollock on the other hand”), Macelleria Ettore, Vincenzo Schino, Fibre Parallele, Fagarazzi & Zuffellato.
Chiuderà il festival il laboratorio la parola e la luce (il 12 novembre alle 21), condotto da Fabrizio Crisafulli e Renzo Guardenti, con gli allievi del Corso di Illuminotecnica dell’Accademia di Belle Arti di Firenze e gli studenti di Istituzioni di Regia, Corso di Laurea Magistrale in Scienze dello Spettacolo dell’Università di Firenze.

In programma anche una tavola rotonda che si terrà il 10 novembre, intitolata Qui & ora In – Contromodelli e autorganizzazione tra critici e autori di teatro, a cui interverranno, fra gli altri, Ilaria Fabbri (responsabile Settore Spettacolo della Regione Toscana), Attilio Scarpellini, Antonio Audino, Marco Palladini, Rodolfo Sacchettini, Paolo Ruffini


Zoom Festival intende confermarsi come occasione di indagine nei territori della new performing art nazionale, alla ricerca di nuove formazioni e nuove esperienze nel campo di teatro e danza, non tralasciando il mondo delle arti visive. Anche Klp passerà di lì e ve lo racconterà.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *