Punta su Latella lo Stabile dell’Umbria

TSU 2008/2009
TSU 2008/2009
TSU 2008/2009
Quasi una personale di Ascanio Celestini l’avvio di stagione del Teatro Stabile dell’Umbria. Parole Sante, Radio Clandestina e Scemo di guerra, questi ultimi due nel settecentesco Teatro Morlacchi di Perugia, hanno inaugurato il cartellone diretto da Franco Ruggieri.
Sul lato delle produzioni (sette per il 2008/2009) invece, ben quattro regie firmate da Antonio Latella (attualmente, crediamo, fra le menti più valide e creative del teatro europeo), a cui si aggiungono la giovane Virginia Virilli, Zoe Teatro e, infine, il progetto collettivo che vede coinvolto Marco Foschi sul Vicario di Hochhuth. Sedici teatri per altrettanti comuni umbri.

Oltre ai nomi appena citati ricordiamo l’Odissea di Mario Perrotta, il doppio ibseniano fra Leo Muscato e Le Belle Bandiere di Elena Bucci e Marco Sgrosso su Hedda Gabler, il Pinocchio del Teatro del Carretto, e poi Gomorra, Paolini, Moni Ovadia, Filippo Timi. Per Umbria in Danza Kataklò a marzo e Virgilio Sieni ad aprile.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.