FDE Festival Danza Estate: al via la 34^ edizione con Abbondanza/Bertoni

FDE Festival Danza Estate 34^ edizione
FDE Festival Danza Estate 34^ edizione

FDE Festival Danza Estate 34^ edizione
Paesaggi Invisibili
Bergamo 16 giugno – 1 luglio 2022

Lo storico Festival continua a raccontare i linguaggi della danza contemporanea con un nuovo programma ricco di proposte italiane e internazionali, grandi nomi e artisti emergenti, appuntamenti per tutte le età e iniziative che coinvolgono il pubblico nella creazione di una comunità della danza: prende il via la 34^ edizione di FDE Festival Danza Estate con i suoi PAESAGGI INVISIBILI, luoghi e processi nascosti da scoprire ed esplorare.

Silvia Gribaudi, Abbondanza/Bertoni, Nicola Galli, Jacopo Jenna, Opera Bianco, Ofir Yudilevitch, Aakash Odedra, Komoco/Sofia Nappi, Aina Alegre, Alessandro Sciarroni, Qui e Ora, Ginevra Panzetti/Enrico Ticconi, Camilla Monga con Emanuele Maniscalco, Adriano Bolognino, Tommaso Serratore, Michela Priuli, Collettivo Vitamina.

17 titoli, 17 nomi di artisti e compagnie nazionali e internazionali , 5 prime nazionali, 2 coproduzioni FDE


Promuovere la danza contemporanea attraverso proposte artistiche di qualità rendendo partecipe il pubblico è il primo obiettivo che accompagna ogni edizione di FDE Festival Danza Estate. Un progetto che si porta dietro trentaquattro anni di esperienza e riflessioni e che oggi più che mai si concentra sull’importanza della cultura e dello spettacolo dal vivo come strumenti per creare e ricreare una comunità e contribuire al benessere individuale.

PAESAGGI INVISIBILI è la cornice narrativa di questa edizione di FDE che considera il paesaggio come spazio che accoglie la comunità, orizzonte che si trasforma, territorio da scoprire attraverso la danza per aprire lo sguardo in modo nuovo ed esplorare ciò che resta nascosto e invisibile, come è il processo creativo che sta dietro a un lavoro artistico.

In questa 34^ edizione di FDE Festival Danza Estate invitiamo i nostri spettatori e le nostre spettatrici a un training speciale: allenare lo sguardo a scoprire ciò che resta nascosto, i Paesaggi invisibili.
Sono paesaggi che vogliamo condividere con il nostro pubblico sensibilizzandolo al processo creativo e invitandolo a farne parte, che mettono al centro il ruolo della danza e dello spettacolo dal vivo come strumenti di arricchimento individuale e di rafforzamento del senso di comunità.
Un festival che non smette di indagare il suo ruolo sul territorio locale e nazionale e che esplora in diversi modi il rapporto con la contemporaneità”. Flavia Vecchiarelli- Direttrice artistica FDE

Ma veniamo agli SPETTACOLI IN PROGRAMMA, che prevede 17 compagnie italiane e internazionali per altrettanti titoli, con 5 prime nazionali, due coproduzioni e diversi progetti speciali ed eventi collaterali di avvicinamento e coinvolgimento del pubblico.
Ad anticipare il programma, che ci terrà compagnia dal 16 giugno al 1 luglio, lo scorso 7 maggio, un’anteprima in collaborazione con ORLANDO festival in programma al Teatro Sociale: “Monjour”, il nuovo lavoro di Silvia Gribaudi.
La 34^ edizione di FDE prende il via il 16 giugno con quattro giorni di spettacoli consecutivi con la compagnia Abbondanza/Bertoni in “Erectus – Pithecanthropus” (sempre al Teatro Sociale), Nicola Galli con “Genoma Scenico” (17 giugno, Daste), Jacopo Jenna il 18 al Cineteatro di Colognola con “Alcune coreografie”. La domenica 19 è la volta di “Playground”, performance in prima nazionale che presenta al pubblico il lavoro svolto dalla compagnia Opera Bianco nell’ambito del progetto Paesaggio#1: Playground Bergamo, in cui verranno condotti due laboratori dedicati a bambini e anziani al fine di creare la performance del 19.
Playground si concentra sulla relazione tra danza e paesaggio naturale e sull’incontro tra performer professionisti con persone di età anche molto differenti. Lo spettacolo si terrà in un paesaggio invisibile, i cui dettagli saranno svelati agli spettatori nel corso della prenotazione.
Nella settimana successiva, la serata dedicata al progetto GERMOGLI. SPAZIO ALLA CREATIVITÀ EMERGENTE, porta al Chiostro del Carmine, i lavori di quattro artisti under 35 che per la prima volta sono stati selezionati dalla direzione artistica e da una giuria di spettatori di FDE tramite il bando This Must be The Space, lanciato negli scorsi mesi. Adriano Bolognino, Tommaso Serratore, Michela Priuli e Collettivo Vitamina saranno al Chiostro del Carmine nella serata del 21 giugno.

Il 24 allo spazio eventi di Daste è la volta del danzatore e coreografo israeliano Ofir Yudilevitch che esplora in “Gravitas” una delle forze più potenti in natura a partire dal corpo come pura massa. A seguire la proiezione del film “Si c’etait de l’amour (If it were love)” di Patric Chiha.
Due gli appuntamenti in programma per domenica 25: per la sezione KIDS, in prima nazionale, “Little Murmur”, con la coreografia di Aakash Odedra Company al Cineteatro di Boccaleone, uno spettacolo dedicato a bambini e ragazzi a partire dai 7 anni che affronta il tema della dislessia, raccontando in modo divertente e onesto le fatiche e le prove da superare da parte di chi vede le cose in modo diverso. L’appuntamento è realizzato con la collaborazione di AID – Associazione Italiana Dislessia.
Sempre il 25 alle 21:30 al Chiostro del Carmine, FDE presenta l’anteprima di “IMA”, la nuova creazione coreografica per cinque danzatori della giovane e talentuosa Sofia Nappi.

Il 28 giugno un’altra ospite internazionale, Aina Alegre, per la prima volta in Italia con “Fandango et autres cadences”, selezionato nel 2022 dalla rete internazionale Aerowaves, che richiama nella memoria del corpo le danze tradizionali basche e gli elementi culturali di un popolo che si manifestano attraverso questo rito collettivo.
Segue nella stessa serata “Don’t be afraid of turning the page” di e con Alessandro Sciarroni, Leone d'Oro alla carriera per la Danza 2019. Lo spettacolo è un viaggio psicofisico emozionale attraverso la pratica del turning, una danza di durata che è evoluzione e cambiamento.

Il giorno seguente, 29 giugno, la compagnia teatrale Qui e Ora Residenza Teatrale e il giovane danzatore Lorenzo De Simone presentano un primo studio aperto al pubblico di “Vertigine della lista”, un lavoro di danza e teatro fisico con la regia e le coreografie di Giorgio Rossi (Sosta Palmizi).

Il 30 giugno FDE torna ad ospitare il duo Ginevra Panzetti/Enrico Ticconi con “Ara! Ara!” e nella serata successiva, a chiusura del Festival, debutta “Conversazioni sull’attimo” di Camilla Monga ed Emanuele Maniscalco, spettacolo con musica dal vivo. Il progetto, sostenuto da Bando Abitante (Cango Virgilio Sieni) e coprodotto da Festival Danza Estate e Armunia, vede la collaborazione dell'artista Meris Angioletti, il cui incontro con Camilla Monga è nato durante la residenza artistica TAD RESIDENCY del 2021.

Gli spettacoli si svolgono, come è solito per il Festival, in diversi luoghi della città e tra i tanti, dopo 3 anni, FDE torna al Teatro Sociale di Bergamo Alta, grazie anche alla collaborazione con Fondazione Teatro Donizetti.

Tra i PROGETTI SPECIALI, oltre ai già citati Paesaggio#1: Playground Bergamo e Germogli, si conferma la collaborazione con Teatro tascabile di Bergamo e Contemporary Locus per TAD Residency, progetto di residenza nato nel 2017 che prevede la chiamata e convivenza per una settimana al Monastero del Carmine di artisti che praticano la danza, il teatro e le arti visive. Nella serata del 1 luglio verranno presentati gli artisti di TAD 2022, che si svolgerà dal 2 al 9 luglio 2022.

Diverse anche le iniziative collaterali di COINVOLGIMENTO DEL PUBBLICO e di accompagnamento in una progressiva scoperta dei percorsi e dei linguaggi della danza contemporanea, grazie anche a proposte che incontrano video, teatro, arti visive, musica e cinema. Diverse le iniziative attivate anche per questa edizione, tra cui D_TALK: incontri con gli artisti e le artiste al termine degli spettacoli; FDECard: un’opportunità per entrare a far parte della comunità del Festival e sostenere la danza che dà diritto a biglietti ridotti per gli spettacoli di FDE e iniziative dedicate, anche in collaborazione con importanti partner culturali del territorio; Dance Bus: un momento di festa e condivisione nelle piazze per promuovere il ritorno alla partecipazione del pubblico allo spettacolo dal vivo, con performance di compagnie professioniste e gruppi amatoriali del territorio ad accesso gratuito (un'iniziativa della rete DanceCard di cui FDE è partner); il coinvolgimento nelle attività del Festival del Liceo Coreutico e dell’Accademia della Grafica del Patronato San Vincenzo e, per la prima volta, la grande festa di FDE Festival Danza Estate Balla e Basta!, organizzata in collaborazione con Daste Bistrò, in programma per il 17 giugno a seguito dello spettacolo di Nicola Galli “Genoma scenico”.

La 34^ edizione di FDE, accanto alle rappresentazioni artistiche in programma in diversi teatri e luoghi della città, propone progetti per la comunità come Over60, Collezione Dance Well a cura di Immaginare ORLANDO e Accademia Carrara, in collaborazione con FDE Festival Danza Estate e il sostegno di Fondazione della Comunità Bergamasca; Blooom in collaborazione con Tantemani-Patronato San Vincenzo, accanto ad altre iniziative dedicate a inclusione, abbattimento delle disuguaglianze e sostenibilità ambientale.

FDE Festival Danza Estate | www.festivaldanzaestate.it
Facebook https://www.facebook.com/FestivalDanzaEstate
Instagram https://www.instagram.com/festivaldanzaestate/
Vimeo https://vimeo.com/festivaldanzaestate
Ufficio Stampa e pr Francesca Parisi | info@francescaparisi.net | 333 2142891

0 replies on “FDE Festival Danza Estate: al via la 34^ edizione con Abbondanza/Bertoni”