In albergo con Animanera. Vuoi venire a letto con me?

Animanera - Try Creampie! Vuoi venire a letto con me?
Animanera - Try Creampie! Vuoi venire a letto con me?

Animanera – Try Creampie! Vuoi venire a letto con me? (photo: teatroecolline)

Questo amore. Così violento. Così fragile. Così tenero. Così disperato.
In quanti modi può essere coniugato l’amore, in quanti modi si può esprimere e, poi, in quanti modi  può essere proposto a teatro? In centinaia, l’importante è fare in modo che lo spettatore non solo non ne resti deluso, ma ne rimanga affascinato, coinvolto, che qualcosa dentro di lui possa cambiare. Insomma che il rapporto tra spettatore e attore sia proficuo per entrambi.

Il gruppo milanese Animanera ha cercato di estremizzare in modo coinvolgente questo rapporto e, dopo aver vagato per tutta l’Italia, ha trasportato finalmente uno dei suoi cavalli di battaglia nel suo luogo più naturale, le stanze di un albergo.
“Try Creampie. Vuoi venire a letto con me?” ha avuto infatti come scenario, nei giorni scorsi, sette camere dell’hotel Terminus di Como, nell’ambito della stagione del Teatro Sociale, un’ambientazione bellissima situata in un edificio in stile  liberty che si affaccia sul lago.

In questo insolito spazio, Animanera ha proposto, su soggetto e regia di Aldo Cassano, un viaggio attraverso le multiformi espressioni del sentimento amoroso, costruendo un vero e proprio corpo a corpo tra attore e spettatore. Sette spettatori, per l’esattezza, ogni mezz’ora per la durata di tre ore si sono avventurati uno alla volta nelle stanze dell’albergo, ognuno scortato da un accompagnatore metà angelo, metà demonio, proprio come si addice al concetto d’amore.


Eccoci allora nelle stanze diventate veri budoir, soffusi di luce fioca, dove anche la musica seduce, immersi in atmosfere ora morbose e cariche di lussuria, ora liberatorie, a tratti incantatrici o testimoni di una passione inascoltata o perfino espressa con violenza.

Il letto si trasforma così in palcoscenico, sul quale lo spettatore diventa tutt’uno con l’attore. Tutti e due si mettono in gioco: ognuno non sa come l’altro si potrà comportare, ognuno si deve fidare dell’altro, in quel sottilissimo confine che davvero qui esiste tra realtà e finzione.
Abbracci, carezze, coccole sapientemente amalgamati a rimpianti, angosce ed ossessioni si mescolano così alle  parole, ora urlate ora sconnesse, il più delle volte sussurrate all’orecchio. Parole di Walt Whitman, Jean Jenet, Reiner Fassbinder, Renè Dubois ma anche di figure femminile come Virginia Woolf, Melania Mazzucco e Elfriede Jelinek.

Il tema dell’erotismo e del disvelamento dell’equivoco nella dimensione sessuale viene così declinato nei modi più svariati, in un gioco scenico che potrà avere nuove dimensioni e nuove parole.

Tutti gli attori di Animanera si concedono in modo assolutamente naturale alla non facile prova interpretativa, condividendo “la scena” con 49 ottimi spettatori, disposti a partecipare ad uno spettacolo in qualche modo unico nel suo genere.

TRY CREAMPIE! – Vuoi venire a letto con me?
soggetto e regia: Aldo Cassano
drammaturgia: Antonio Spitaleri, Elena Cerasetti
con: Natascia Curci, Lorenza Pambianco, Xena Zupanic, William Lecis, Christian Russo, Moreno Zucca, Caterina Rossi, Filippo Zanzini, Claudia Bucur, Betta Fulcheri, Ales Bonaccorsi, Linda Calugi, Julia Reali, Claudio Raimondo, Lucia Lapolla
costumi: Lucia Lapolla
scenografia: Aldo Cassano, Lucia Lapolla
elab. audio: Luigi Galmozzi

Visto a Como, Albergo Terminus, il 21 febbraio 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *