Macbeth, le cose nascoste. Video incontro con la compagnia

Un momento dello spettacolo (photo © luganolac.ch/)
Un momento dello spettacolo (photo © luganolac.ch/)

Nel territorio accogliente del TPE (Teatro Piemonte Europa), nei luoghi del Teatro Astra di Torino, generosi per chi fa cultura in questi tempi di carestia a passo di pandemia, incontriamo “Macbeth, le cose nascoste“, di Angela Demattè e Carmelo Rifici, per una rivisitazione spiazzante del vate delle ombre che camminano, nel progetto e regia dello stesso Rifici.

Un lungo viaggio tra gli abissi della memoria, e del nostro non detto interiore, questo Macbeth. Il testo shakespeariano si interseca a doppia mandata con le memorie personali degli attori riportate a galla con riscoperto senso. Ad aiutarli in questo cammino le sedute di psicanalisi vissute con Giuseppe Lombardi, di scuola junghiana, e la consulenza dell’esperta di comunicazione non verbale Luciana Vigato.
Un Macbeth in cui il protagonista si fa letteralmente in tre, grazie a Tindaro Granata, Angelo Di Genio – entrambi Premi Ubu – e Alfonso De Vreese, le cui mogli sono qui incarnate da Leda Kreider, Elena Rivoltini e Maria Pilar Pérez Aspa, mentre il giovane Alessandro Bandini, vincitore del Premio Scenario, impersona gli sfortunati figli della tragedia scozzese.

Grazie alla generosità delle attrici e degli attori, e della dramaturg Simona Gonella, anch’essa in scena, abbiamo raccolto le cose nascoste di ciascuno di loro entrando in punta di piedi nel Teatro Astra, e calcandone il palco con passo rispettoso.
Buon incontro con Macbeth, e tutte le sue cose nascoste.

0 replies on “Macbeth, le cose nascoste. Video incontro con la compagnia”
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *