Il 2009 secondo KLP: vota il Last Seen dell’anno

Buon anno da KLP
Buon anno da KLP

E’ arrivato il momento, per tutti i lettori, di decidere lo spettacolo dell’anno. O meglio, lo spettacolo dell’anno fra quelli recensiti su KLP: il Last Seen 2009, insomma, che succederà al vincitore dello scorso anno, “Made in Italy” di Babilonia Teatri.
Abbiamo raccolto le scelte dei redattori di KLP e selezionato, fra queste, gli spettacoli che hanno ricevuto maggiori candidature. Ve li elenchiamo qui di seguito. L’ordine è puramente legato alla sequenza cronologica con cui sono state pubblicate le recensioni. E vi proponiamo, per ciascuno, anche i link ai rispettivi articoli.
Potrete votare il vostro spettacolo preferito attraverso il sondaggio, aperto sino alla fine di gennaio e presente su tutte le pagine del sito. Appuntamento quindi a lunedì 1° febbraio 2010 per incoronare il vincitore. Cosa si vince? Lo stesso premio dello scorso anno: niente!

Chiudiamo infine questo 2009 regalandovi (e regalandoci), un sunto di quelli che sono stati alcuni dei protagonisti delle nostre incursioni video. A loro e a tutti i redattori vanno i ringraziamenti della testata.

Ed ecco le… nominations:

Shakespeare/Venere e Adone (Valter Malosti)

Le Pulle (Emma Dante)

Al presente (Danio Manfredini)

Fragments (Peter Brook)

Macadamia Nut Brittle (Ricci/Forte)

L’idiota (Nekrosius)

Alice nel paese delle meraviglie (Compagnia della Fortezza)

Faust (Silviu Purcărete)

Pali (Scimone/Sframeli)

Madeleine (Muta Imago)

Join the Conversation

No comments

  1. says: Paola

    Credo proprio che dovreste fare in modo che non sia possibile votare più volte dallo stesso indirizzo IP (come invece accade ora), altrimenti il sondaggio rischia di essere parecchio falsato.

  2. says: KLP

    Hai ragione Paola, non avevamo tenuto troppo conto dei mitomani 😉 l’anno scorso non era stato necessario. In ogni caso, abbiamo riportato i numeri a quelli che ritenevamo essere validi al momento della nostra ultima verifica. Terremo d’occhio la situazione.

  3. says: Camilla

    Personalmente non mi è piaciuto. Moltissimi errori tecnici e regia amatoriale. Il testo è colmo di nulla e i dialoghi noiosi e inutilmente infiniti. Mi sono piaciuti i monologhi di ogni singolo personaggio, ma per il resto non salvo nulla. Mi sono annoiata, non ho riso mezza volta e non vedevo l’ora che finisse. Una coppia accanto a me se n’è andata dopo il primo tempo… ma a fine spettacolo tutti, a parte qualche eccezione, hanno applaudito.

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.